menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il centrodestra in piazza con i 'Ristoratori Toscani': “Meno tasse” / FOTO

In centinaia al Duomo sotto la Regione, assieme a guide turistiche, partite ive, ambulanti e tassisti

In centinaia questa mattina in piazza Duomo, per la manifestazione lanciata da 'Ristoratori Toscani', associazione nata alla fine del lockdown e presieduta da Pasquale Naccari, titolare de 'Il Vecchio e il Mare'.

In piazza anche guide turistiche, partite iva, ambulanti e tassisti. I 'Ristoratori Toscani', che hanno promosso la manifestazione, chiedono la riduzione delle tasse, l'azzeramento delle imposte locali in seguito al lockdown e norme anti Covid meno restrittive.

In particolare, tra le richieste alla Regione e ai Comuni ci sono “la razionalizzazione dei protocolli anticovid, l'azzeramento delle imposte locali per i servizi non goduti a causa quarantena, la creazione di un 'fondo promozione del territorio', l'equo trattamento delle attività di somministrazione, l'abbattimento dei prezzi dei parcheggi negli orari di attività”, come si legge in uno degli striscioni esposti.

In piazza al fianco dei 'Ristoratori' si è presentato compatto tutto il centrodestra toscano (oltre all'assessore comunale al commercio di Palazzo Vecchio Federico Gianassi Pd), a cominciare dalla candidata alla Regione della Lega Susanna Ceccardi (nella foto sopra insieme a Pasquale Naccari).

Della Lega presenti anche i consiglieri regionale Jacopo Alberti, comunali Bussolin e Tani (lui stesso tassista), per Fratelli d'Italia Paolo Marcheschi (consigliere regionale) e Francesco Torselli (coordinatore regionale), per Forza Italia Marco Stella (consigliere regionale) e Jacopo Cellai (comunale).

"Dal Governo hanno avuto solo promesse e parole, ma ancora non hanno visto nemmeno un euro di contributi per le loro attività, così come la cassa integrazione, che è in ritardo", attacca Alberti. E Marcheschi: "Aiutare chi produce ricchezza, posti lavoro e paga le tasse, nei Paesi normali è la priorità. Né Governo né Regione sono interlocutori attendibili".

Dal palco nel frattempo gli organizzatori sottolineano che “non siamo (i 'Ristoratori', ndr) un'associazione partitica” e fanno sapere che il candidato del centrosinistra Eugenio Giani li ha invitati ad un confronto per il pomeriggio di oggi. Alla fine nessuna 'occupazione simbolica della Regione', come invece annunciato alla vigilia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento