menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dario Nardella già si ricandida: “Per le sfide di Firenze servono 10 anni da sindaco”

Con oltre 2 anni di anticipo rispetto alle elezioni comunali il sindaco annuncia: “Voglio un secondo mandato”

Con oltre due anni di anticipo dalla fine del mandato di sindaco, che scade a maggio 2019, Dario Nardella annuncia già la sua ricandidatura a primo cittadino.

"Le scommesse per Firenze sono così avvincenti e difficili che richiedono un governo di dieci anni", ha dichiarato ieri il sindaco ad una trasmissione televisiva di Italia 7. “Se i fiorentini me lo lo chiederanno, io ci sarò - ha aggiunto -, perché amo questa città”.

Il sindaco ha anche escluso un rimpasto della giunta di Palazzo Vecchio, almeno a breve: “Sono contento della squadra di governo, il rimpasto non è all'ordine del giorno”.

Una ricandidatura a sindaco così in anticipo suona alquanto singolare, e Nardella la lancia proprio quando dal dibattito su stampa e televisioni sembrano avvicinarsi sempre più le elezioni politiche nazionali, con uno scontro sempre più forte all'interno del Pd (compreso quello tra il presidente della Regione Enrico Rossi e il segretario Matteo Renzi). Quindi il messaggio non è diretto solo ai fiorentini, ma anche a quegli esponenti del Partito Democratico che lo vorrebbero candidato per altri ruoli politici.

Nardella, prima di diventare primo cittadino di Firenze, nel maggio 2014, era già stato eletto deputato alla Camera nelle elezioni del 2013: ruolo che ricoprì per circa un anno. Del resto, anche Matteo Renzi, da sindaco, ripeteva spesso: “Il mestiere del sindaco di Firenze è il più bello del mondo”. Poi però ha preferito cambiare mestiere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento