Inchiesta Open, Renzi: "Pm in cerca di visibilità, danneggiano l'immagine della magistratura"

La replica dell'ex premier dopo la notizia che è indagato assieme a Lotti e Boschi

Renzi, foto Facebook

"Ci sono vari modi di replicare a quello che sembra un assurdo giuridico, perché la Cassazione aveva parlato appena qualche settimana fa. Io penso che a chi cerca la battaglia e la visibilità mediatica si debba rispondere con il diritto: loro passano le informazioni alla Verità, (il quotidiano che ha pubblicato ieri mattina la notizia dell'avviso a presentarsi in procura nei confronti di Renzi, Boschi e Lotti, ndr ) noi pensiamo che la verità sia quella della Cassazione e di conseguenza noi abbiamo talmente rispetto della magistratura che le sentenze della Cassazione noi le abbiamo lette. Spero che le abbia lette anche il pm di Firenze o che almeno le abbia capite. Nel dubbio sarà ai nostri avvocati, la professoressa Severino per Maria Elena Boschi, il professore Coppi per Lotti, Di Noia per Carrai e Caiazza per il sottoscritto, a spiegare all'accusa quali sono le posizioni di diritto. Noi ai magistrati auguriamo buon lavoro".

Il caso: Renzi indagato insieme a Lotti e Boschi

Lo ha detto Matteo Renzi nel suo intervento di apertura della terza assemblea nazionale di Italia Viva, ieri a Roma, dopo che nella mattinata si era diffusa la notizia delle indagini, nell'ambito dell'inchiesta Open, nei suoi confronti e nei confronti di Lotti e Boschi per i finanziamenti in passato alla Fondazione Open.

"Io penso che questo sia il segno di un modo di fare politica che non è nostro. Lo dico a maggior ragione oggi. Mi sarei aspettato da quei pm di Firenze che hanno svegliato con 300 finanziari, spendendo soldi dei cittadini, a casa degli sponsor della Fondazione Open e della Leopolda, una lettera di scuse e invece è arrivato questa mattina una avviso di garanzia che riguarda tutto il Consiglio di amministrazione e di Open e il sottoscritto", ha aggiunto Renzi.

E ancora. "A tutti quelli che in queste ore mi stanno dando solidarietà dico che sono io che dò la solidarietà perché la magistratura italiana è fatta, per la stragrande maggioranza, da persone per bene. L'ansia si visibilità di qualcuno rischia di nuocere anche al lavoro degli altri".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani: "Possibile Toscana arancione a inizio dicembre"

  • Coronavirus, Giani: “Con questi numeri Toscana gialla o arancione”

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 20 novembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 23 novembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 25 novembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Coronavirus: un nuovo Dpcm, dieci giorni per i regali e regole per lo shopping. Come sarà il Natale 2020

Torna su
FirenzeToday è in caricamento