Domenica, 21 Luglio 2024
Centrodestra

La Lega guarda alle Regionali e vuole le primarie

Il direttivo del Carroccio: “Proposta a disposizione della coalizione per allargare la partecipazione popolare”

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Dopo il risultato non brillantissimo delle ultime amministrative a Palazzo Vecchio, ma in casa Carroccio si festeggia per il risultato delle Europee del generale Roberto Vannacci e soprattutto di Susanna Ceccardi, la Lega adesso guarda alle Regionali del 2025. E rilancia ufficialmente per le primarie del centrodestra. 

Quella che era una idea del deputato Andrea Barabotti, compagno di Susanna Ceccardi, è stata accolta con favore dal direttivo regionale riunito in mattinata a Firenze. “È una proposta di metodo che mettiamo a disposizione dell’intera coalizione e sulla quale vogliamo confrontarci in modo sereno con i nostri alleati. Queste elezioni d’altronde sono la sfida principale per tutti noi, dobbiamo ripartire dal risultato record ottenuto nel 2020 da Susanna Ceccardi con l’obiettivo di superarlo e vincere. Tramite le primarie, potremmo allargare la partecipazione popolare facendo esprimere i territori e le realtà civiche. Noi siamo pronti a questa ipotesi”, le parole affidate a un comunicato stampa.

Niente investitura diretta quindi per il sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi, FdI, che è il nome su cui i meloniani stanno puntando da tempo (a cominciare dal plenipotenziario in Toscana Giovanni Donzelli) sebbene il primo cittadino continui a nicchiare.

Per quanto rigurarda le Comunali, in casa Carroccio si vede il bicchiere mezzo pieno, con la vittoria a Ponsacco mentre per Montecatini Terme la fiducia è nel riconteggio. bbiamo registrato con enorme soddisfazione lo storico risultato ottenuto dalla Lega a Ponsacco, un Comune conquistato dopo 75 anni di ininterrotto dominio della sinistra. Inoltre, abbiamo riconfermato diversi sindaci, segno che la Lega sa amministrare bene e ha una classe dirigente locale matura e competente. Resta il ‘nodo’ di Montecatini, il cui risultato è ad oggi incerto e su cui non molleremo di un centimetro. Serve chiarezza e per questo abbiamo fatto ricorso. Siamo fiduciosi che dal riconteggio possa emergere una realtà diversa da quella uscita ‘a caldo’ dalle urne”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Lega guarda alle Regionali e vuole le primarie
FirenzeToday è in caricamento