rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Politica

Il Presidente della Repubblica in città: Palazzo Vecchio blindato / FOTO

Mattarella ha presenziato alle celebrazioni per i 150 anni della rivista 'Nuova Antologia'

Palazzo Vecchio blindatissimo questa mattina per l’arrivo del presidente delle Repubblica Sergio Mattarella. A cui si è aggiunto un ingente apparato di sicurezza schierato in tutto il centro storico. Mattarella ha presenziato nel Salone dei Cinquecento alle celebrazioni per i 150 anni della rivista ‘Nuova Antologia’, fondata nella Firenze capitale il 31 gennaio 1866. Il convegno è stato organizzato in occasione dell’uscita del fascicolo monografico che fa il punto sulla situazione del Paese nel contesto internazionale, nelle lettere, nelle scienze e nelle arti con testi inediti di 85 autori prestigiosi. 

Numerose le autorità in “platea”. A fare gli onori di casa è stato il sindaco Nardella: “Presidente, La ringrazio per essere tornato nel nostro Salone dei Cinquecento dopo l’appuntamento per i festeggiamenti del 150° anniversario di Firenze capitale d’Italia del 18 novembre scorso. I due eventi sono tra loro collegati, poiché, la nascita di una così prestigiosa pubblicazione come la Nuova Antologia è senza dubbio collegata alla proclamazione di Firenze capitale e al fermento intellettuale che si diffuse nella nostra città in quegli anni”.

Quindi un lungo passaggio sulla figura di Spadolini fino a toccare temi di attualità: “E Spadolini è anche stato un grande precursore in tema di riforme istituzionali e innovazione dello Stato. Nel suo discorso di insediamento come Presidente del Senato nel 1987 parlava della necessità di riforme istituzionali che ricongiungano i tempi della politica a quelli della società civile, di riforme che diano al Governo certezza della sua maggioranza, […] e la capacità di attuazione del programma solennemente approvato. Possiamo dire che, finalmente, il percorso che Spadolini evocava nel 1987 sta giungendo a pieno compimento: la riforma costituzionale approvata dal Parlamento in prima lettura – in attesa del referendum confermativo che permetterà a tutta la popolazione di esprimersi – rappresenta un equilibrato punto di arrivo proprio nel ricongiungere i tempi di azione della politica a quelli della società civile”. 

Per poi andare a toccare un tema, le Città metropolitane, su cui ieri si è aperto (e oggi chiuderà) un forum nella Sala d’Arme di Palazzo Vecchio: “ Le Città metropolitane possono rappresentare una grande possibilità di sviluppo della qualità della vita dei nostri cittadini, grazie alle numerose capacità in tema di ricerca scientifica, innovazione tecnologica, sviluppo sociale, sistema dei trasporti... Proprio in questi giorni tutte le Città metropolitane sono riunite qui in Palazzo Vecchio per condividere strategie e visioni sulla città del futuro, su come favorire sviluppo e progresso”. 
 
Nel nostro Paese sono state istituite dal 1°gennaio 2015 le seguenti Città metropolitane: Torino, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Roma, Bari, Napoli e Reggio Calabria (previste dalla c.d. ‘Legge Delrio’ n. 54/2014), alle quali si aggiungono Palermo, Catania, Messina e Cagliari nelle Regioni a statuto speciale.  

 

FOTO - Sergio Mattarella a Palazzo Vecchio, 29 gennaio 2016

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Presidente della Repubblica in città: Palazzo Vecchio blindato / FOTO

FirenzeToday è in caricamento