La nebbia paralizza Peretola: migliaia di passeggeri a terra. Carrai: "La nuova pista è necessaria"

"Sabato 4 gennaio 5.000 persone a terra, nessun volo atterrato e appena sette aerei decollati" accusano i 'Si aeroporto'

Decine di voli sono stati cancellati all'aeroporto di Peretola, lo scorso fine settimana, a causa della nebbia. Migliaia di persone sono rimaste a terra o impossibilitate a raggiungere Firenze, tra cui moltissimi turisti ovviamente imbufaliti. L'ennesima figuraccia per lo scalo fiorentino, stigmatizzata dal presidente di Toscana Aeroporti Marco Carrai: “i problemi avuti sullo scalo di Firenze a causa della nebbia sono l’ennesima conferma della necessità del completamento del master plan” ha detto Carrai.

“In quelle condizioni meteorologiche, la nuova pista consentirebbe di affrontare al meglio la situazione: in particolare con l’eliminazione della presenza del monte Morello sul prolungamento dell’asse pista attuale” ha aggiunto il presidente. “Inoltre, gli spazi liberi sul prolungamento della nuova pista consentirebbero di installare strumentazioni e aiuti visivi di categoria superiore, completi e più efficaci” ha concluso Carrai.

Sabato 4 gennaio, la fitta nebbia che ha mandato in tilt l’aeroporto di Peretola non ha permesso ad alcun aereo di atterrare. Mentre soltanto 7 ne sono partiti, con circa 5.000 passeggeri dirottati sui pullman e poi in maggioranza verso gli aeroporti internazionali di Pisa o Bologna.

“Abbiamo avuto l’ennesima conferma che Firenze è priva di quella dotazione infrastrutturale di base che qualsiasi città di medie dimensioni dovrebbe avere - sostengono gli attivisti della pagina Facebook 'W la nuova pista di Peretola' - per ogni città la dotazione di un aeroporto efficiente e la disponibilità di adeguati collegamenti aerei rappresenta un asset indispensabile, precondizione per la competitività del territorio, la sua capacità attrattiva, determinante per il sistema produttivo e l’occupazione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La nuova pista consentirebbe di scongiurare il problema dei voli cancellati e dirottati in giornate di scarsa visibilità” sostengono i 'Si Aeroporto'. “Per tutto questo auspichiamo un pronunciamento favorevole del Consiglio di Stato che permetta alla città di svilupparsi e crescere senza pesare sui cittadini sorvolati e senza costringere chi si sposta, per lavoro o per svago, a estenuanti viaggi per dirottamenti non previsti e, ahimè, molto frequenti” concludono.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Ministero e Iss: "Toscana a rischio lockdown, è nello scenario 3". Ipotesi chiusure scuole e tutte attività sociali, culturali e sportive

  • Coronavirus, verso un nuovo Dpcm: ipotesi 'coprifuoco' alle 22 ovunque

  • Coronavirus: nuovo Dpcm nelle prossime ore. Verso la chiusura di palestre e centri estetici, confermato il "coprifuoco"

  • Coronavirus, impennata di nuovi casi: 755 in Toscana 263 a Firenze  

  • Coronavirus, Careggi torna al lockdown: stop alle visite dei parenti

  • Verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento