rotate-mobile
Politica

Parroco invoca napalm per Salvini: Lega chiede di rimuoverlo

Il capogruppo Fedriga: "Basta con predicatori di odio e violenza"

L'arrivo del leader della Lega in Toscana infiamma gli animi. Anche quelli degli uomini di chiesa. Come quello di Don Andrea Bigalli, parroco di Sant'Andrea in Percussina, nel Fiorentino, che sui social ha scritto: "Napalm su Salvini", "Salvini infame".

Frasi, dopo la visita in città di martedì del segretario federale della Lega, che "accendono" la piazza in vista della manifestazione che si terrà sabato in Santa Croce. Una sorta di Leopolda verde, contro cui si svolgerà anche una manifestazione degli ambienti antagonisti, dopo quella renziana che si è svolta la scorsa settimana all'ex stazione di Porta al Prato.  

"In un momento già delicato- ha detto Matteo Salvini - dove non mancano teste calde e delinquenti a piede libero è una follia che un  cosiddetto 'uomo di chiesa' si rivolga a un'altra persona insultandola e minacciandola. Attendo pubbliche scuse e la posizione ufficiale della Diocesi e Curia su quest'ennesimo atto di intolleranza".

Più duro il capogruppo della Lega alla Camera Massimiliano Fedriga:"Don Andrea Bigalli incita alla violenza, una becera missione di divulgazione d'odio che nulla ha da condividere con la fede cattolica. Ora basta. I preti predicatori d'odio e violenza devono essere rimossi immediatamente. Non possono guidare comunità di fedeli". "Questo prete - ha aggiunto- assomiglia a un militante dei centri sociali violenti quindi attendiamo una presa di posizione della curia di Firenze. Sarebbe inaccettabile coprire le nefandezze di personaggi di questo tenore".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parroco invoca napalm per Salvini: Lega chiede di rimuoverlo

FirenzeToday è in caricamento