Politica

Sas, l'Amato denuncia: “Negato l’accesso agli atti della partecipata”

"Chiedo una indagine di commissione sulla Società Partecipata e i motivi del rifiuto del suo presidente al mio diritto di accesso agli atti"

Negato l’accesso agli atti della società partecipata Servizi alla Strada (Sas). E’ quanto denuncia il consigliere comunale del Gruppo Misto, ex pentastellata, Miriam Amato.  “Questa mattina ho ufficialmente richiesto di effettuare una indagine di commissione, ai sensi dell’articolo 28 del regolamento del consiglio comunale, per sapere se nel periodo che va dal 2009 ad oggi ci sono state decisioni da parte delle cariche dirigenziali di Sas, che potrebbero aver causato la violazione del codice degli appalti, per l’affidamento di appalti di servizi in violazione delle procedure di evidenza pubblica prevista. E anche per sapere se ci sono state decisioni di aumenti dei livelli retributivi dei dipendenti o da nuove assunzioni di personale, senza adozione di quanto previsto dalla legge 133/2008, che è la conversione in legge del decreto Brunetta, riguardante la riduzione di spesa per la pubblica amministrazione con l’introduzione del famoso blocco del turn over fino al 2018. Infine chiederò in tutte le sedi quale sia il motivo per cui il presidente di Sas si è ufficialmente rifiutato di fornirmi gli atti da me richiesti, ai sensi della normativa sul diritto di accesso agli atti stessi da parte dei consiglieri”. La società partecipata dal Comune sarà interessata dal piano di razionalizzazioni previsto dal Palazzo Vecchio. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sas, l'Amato denuncia: “Negato l’accesso agli atti della partecipata”

FirenzeToday è in caricamento