rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Politica

Rientro dalle ferie con "sorpresa": multe inviate a casa a Ferragosto

La denuncia di Marcheschi (FdI): "Valanga di avvisi recapitati dal Comune di Firenze, addio pagamento scontato"

"Una valanga" di multe da pagare, con avviso di giacenza recapitato a casa dei cittadini. Il tutto sarebbe avvenuto nei giorni a ridosso di Ferragosto, quando molti fiorentini erano in ferie. E al rientro in città hanno trovato l'amara sorpresa, con magari scaduti i termini per pagare la sanzione ridotta.

A denunciare il fatto è il capogruppo di Fratelli d'Italia in Consiglio regionale della Toscana, Paolo Marcheschi: “Il Comune di Firenze, alla disperata ricerca di fare cassa, ha confezionato un bel regalo per i fiorentini di ritorno dalle vacanze", commenta.

"Palazzo Vecchio ha inviato scorrettamente ad agosto gli avvisi di multe da pagare impedendo ai cittadini, fuori città per le ferie, di poter usufruire del pagamento agevolato. - sottolinea Marcheschi - Ho ricevuto numerose segnalazioni da parte di cittadini che hanno ricevuto nella cassetta delle lettere l'avviso di giacenza il 10, 11, 12 ed anche 13 agosto, poco prima di Ferragosto dunque. Avviso recapitato che vale come notifica, dopo 10 giorni scattano i 5 giorni utili per poter usufruire della riduzione, in caso contrario un cittadino si ritrova a pagare l'intero importo della multa".

"Dalle Poste - ha fatto sapere il consigliere di FdI - mi hanno confermato che durante la settimana di Ferragosto ne sono state recapitate una valanga di multe da pagare, tipo 70-80 al giorno in ogni filiale. Il Comune fa leva su ogni escamotage possibile per fare cassa, - conclude Marcheschi - ricorrendo ad un invio scorretto di un fiume di avvisi proprio quando le persone sono in ferie e così non hanno modo di poter usufruire del pagamento agevolato”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rientro dalle ferie con "sorpresa": multe inviate a casa a Ferragosto

FirenzeToday è in caricamento