Politica

Licenziamenti Gkn, Anpit Firenze: "Problema del costo del lavoro ancora non risolto"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FirenzeToday

“Quanto accaduto alla GKN di Campi Bisenzio ripropone il problema del costo del lavoro – uno stipendio costa all’azienda in media il doppio – e della competitività del nostro sistema produttivo, che spesso, anziché adeguarsi è rimasto ancorato al passato. Purtroppo, non ci sono contromisure semplici ai crolli del mercato, come quello dell’auto, che vive una crisi di lungo periodo, nel nostro Paese e in tutta Europa. I dati parlano di una riduzione nei primi cinque mesi dell’anno in corso 1.700.000 immatricolazioni (-25%). Le ricadute erano prevedibili su tutta la filiera, a maggior ragione per uno stabilimento fortemente correlato a FCA. Siamo critici sulle modalità con le quali si è consumato il licenziamento lontano dalla nostra cultura del lavoro e da un corretto modo di fare impresa che superi il conflitto tra lavoratore e imprenditori. Non possiamo addossare, però, alle imprese la colpa, dobbiamo tagliare il costo del lavoro altrimenti casi come questi andranno sempre più ad aumentare e dobbiamo far sì che i nostri distretti produttivi siano collegati e accessibili, altrimenti i capitali sfumano”. Lo sottolinea Giorgio Gargiulo, Presidente di ANPIT Firenze.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Licenziamenti Gkn, Anpit Firenze: "Problema del costo del lavoro ancora non risolto"

FirenzeToday è in caricamento