rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Politica

Leopolda 11 al via, il programma: Renzi dirà la sua sull'inchiesta Open, "saluteranno" anche Nardella e Giani

Parte l'11esima kermesse del mondo renziano. Su tutto incombe l'inchiesta della procura di Firenze

"Salirò sul palco e vi racconterò alcune cose sulla Leopolda e su ciò che è successo in questi mesi intorno alla vicenda Open. Sarà l’unico momento in cui parleremo delle vicende dell’attualità giudiziaria, ma penso che sia utile far sapere quanto sia clamoroso il silenzio su alcune cose collegate all’inchiesta che sono incredibili. E soprattutto è incredibile il silenzio che le circonda".

Così scrive in una enews Matteo Renzi, chiamando il suo popolo alla Leopolda. L'11esima kermesse del mondo renziano, che segue il leader nell'appuntamento fiorentino fin dal 2010, inizia stasera alle 20:30, con un intervento dello stesso Renzi. Che promette scintille.

"Diamo voce al merito. Venerdì (oggi, ndr) sarà una serata in cui ci racconteremo cosa è successo nel "periodo non collegato". Sabato spazio ai tradizionali tavoli. Nel pomeriggio molto spazio alle amministrazioni locali, con i sindaci (atteso tra gli altri quello di Milano Giuseppe Sala, ndr) e tante proposte sull’attualità. Sempre sabato - prosegue Renzi -, ci sarà un momento finale inedito".

Cioè appunto quello nel quale salirà sul palco, allestito come una vecchia stazione radiofonica, a dire la sua sull'inchiesta Open, nella quale la procura di Firenze gli contesta il reato di finanziamento illecito ai partiti. A vario titolo, con accuse che spaziano da finanziamento illecito a corruzione a traffico di influenze, sono indagati anche gli ex ministri Luca Lotti e Maria Elena Boschi, l'avvocato Alberto Bianchi, ex presidente della Fondazione Open, Marco Carrai, imprenditore e storico amico di Renzi, Patrizio Donnini, Alfonso Toto, Riccardo Maestrelli, Carmine Ansalone, Giovanni Caruci e Pietro Di Lorenzo.

Open, inchiesta chiusa: Renzi, Boschi, Carrai, Lotti e Bianchi rischiano il processo

Per i pm Open sarebbe stata un'articolazione di partito, finalizzata a promuovere l'ascesa politica dello stesso Renzi. Da qui l'inchiesta e le indagini (agli atti ci sono oltre 90mila pagine). Renzi rigetta interamente le accuse, con scontri durissimi con parte della stampa (vedere alla voce Fatto Quotidiano, o lo scontro a Otto e Mezzo con Travaglio, Giannini e Gruber).

Normale dunque che sulla tre giorni, con la conclusione di Renzi attesa come al solito per domenica, incombe "lo spettro" dell'inchiesta. Anche se tutto l'entourage renziano, ad iniziare dal leader di Italia Viva, sottolinea come "alla Leopolda si parla di politica e si fa politica".

"Tra i punti su cui torneremo segnalo il Family Act, il Piano Shock infrastrutture, il progetto Sanità 2030. La Leopolda è da sempre un vivaio di idee. Ci sarà spazio per tutti i nostri temi tradizionali: riforma fiscale, politica estera, cultura, sociale con grande attenzione non solo sul lavoro dei nostri rappresentanti istituzionali ma anche di tante ragazze e ragazzi della generazione Ventotene", scrive ancora il senatore. Che promette scintille. Del resto, lo ripete spesso "quando sono sotto attacco do il meglio". Senza contare che di fronte avrà un popolo osannante, quello degli oltre 8mila registrati da tutta Italia.

"Quest’anno la Leopolda si concluderà con una sorpresa, ma è presto per svelarla", aggiunge l'ex segretario Pd. Sarà il lancio ufficiale del progetto centrista assieme, tra gli altri, a Forza Italia (in Sicilia c'è già un accordo con i berlusconiani per le prossime regionali)? Vedremo.

Di certo i renziani non lesinano critiche al Pd e alla vocazione lettiana di convergenza con i 5 Stelle. Che a Iv proprio non va giù. A partire dall'europarlamentare e coordinatore regionale Nicola Danti fino al deputato, ex Forza Italia, Gabriele Toccafondi. "Amici del Pd, dove state andando?", il "richiamo" di Toccafondi a Dario Nardella, reo di andare oggi a Sesto Fiorentino a presentare il libro di Di Maio. Niente stazione renziana dunque stasera per il sindaco. Andrà domani. Alla Leopolda si farà vedere pure l'ex renzianissimo (ma quanto ex?) Eugenio Giani.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Leopolda 11 al via, il programma: Renzi dirà la sua sull'inchiesta Open, "saluteranno" anche Nardella e Giani

FirenzeToday è in caricamento