Italia Viva entra in Consiglio regionale: due Pd passano con Renzi

Scaramelli e Meucci formano il gruppo, va in scena la "scissione a rate". L'ex premier: "Avanti tutta"

Italia Viva entra in Consiglio regionale della Toscana. In due passano al partito di Renzi: sono il presidente della commissione sanità Stefano Scaramelli e l'ex assessore all'urbanistica di Renzi sindaco, Elisabetta Meucci.

L'arrivo di nuove adesioni al progetto di Renzi mette in pratica la "scissione a rate", che vede il passaggio di esponenti del Pd, dove lo stesso ex premier ha ancora molti legami, in una fase successiva a quella della nascita del nuovo partito.

Si tratta di un passaggio fondamentale in vista dell'ormai certa presenta di Italia Viva alle elezioni regionali della primavera 2020: la costituzione di un gruppo in Consiglio regionale risparmierà ai renziani l'incombenza di raccogliere le firme per la presentazione delle liste.

Secondo i rumors, inoltre, potrebbe essere imminente il passaggio al partito di Renzi di altri esponenti, sempre in arrivo dal Partito democratico. A cominciare dall'assessore alla sanità della Regione Stefania Saccardi, da sempre "renziana". Un ingresso pesante.

"Sono felice dell'arrivo in Italia Viva di Titta e Stefano, due strepitosi amministratori. - ha scritto su Twitter Matteo Renzi - Titta è stata l'assessore che ha fatto il primo piano strutturale a volumi zero di una grande città, Stefano un consigliere regionale pieno di idee e di passione. Che bello, avanti tutta!".

"E' una scelta forte - ha spiegato Scaramelli su Facebook - dove il cuore ha prevalso sulla mente, finalizzata a rafforzare la compagine di governo regionale insieme agli altri partiti del centro sinistra. Una scelta fatta oggi che mette le basi per vincere le prossime elezioni regionali, per andare a costruire dal basso le basi di un campo plurale sociale e culturale che sarà determinante per battere le destre nel maggio 2020". 

"Evocare il cambiamento senza assumersi la responsabilità di cambiare - ha aggiunto - rischia di essere un mero esercizio di retorica. Per me la sinistra è cambiamento, è partecipazione, è riscatto sociale, è processo collettivo di emancipazione culturale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ci sarà adesso da capire come questa evoluzione influenzerà la corsa alle regionali, in cui l'alleanza fra Partito democratico e Italia Viva è un'ipotesi sempre più concreta. Ma resta il nodo candidato governatore: in lizza c'è Eugenio Giani del Pd, benvoluto anche da Renzi. Ma proprio ieri il governatore Enrico Rossi ha rilanciato quella di Simona Bonafè.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le espressioni che solo un vero fiorentino riesce a capire

  • 10 modi di dire fiorentini che dovresti conoscere

  • 15 Ghost-Town della Toscana che dovreste visitare

  • I veri nomi fiorentini e toscani

  • La vera ricetta della cecina

  • Come cucinare il lampredotto alla fiorentina

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento