rotate-mobile
Politica

Elezioni amministrative, Giani: “Sinistra divisa rafforza la destra, sì campo largo con i 5 Stelle”

Il presidente della Regione commenta i risultati, il confermato sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi potrebbe essere il suo sfidante alle regionali del 2025

Il giorno dopo i risultati delle elezioni amministrative, Matteo Renzi e Carlo Calenda chiedono al Pd di mollare i 5 Stelle e guardare verso il centro. Il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, dal canto suo, continua a tenere i piedi in due staffe: da un lato predica “rispetto” verso le forze moderate, dall'altro non abbandona l'idea del 'campo largo' con i grillini, di lettiana ispirazione.

“Ragioniamo verso le tendenze moderate che si esprimevano verso il terzo polo, dobbiamo averne rispetto”, commenta Giani, questa mattina, a margine di un convegno della Cgil. Allo stesso tempo però, rivolto ai 5 Stelle, usciti malconci dalla tornata elettorale, dice di “perseguire l'idea del campo largo, che possa dalle posizioni moderate portarci a rappresentare tutto l'elettorato progressista. Del resto - aggiunge Giani -, lo spostamento deciso anche in Toscana verso Fratelli d'Italia pone qualche riflessione anche a un elettorato orientato al centro”.

E proprio da Fratelli d'Italia arriva il riconfermato sindaco di Pistoia, già al primo turno, Alessandro Tomasi, che ha strappato un 51%, staccando la candidata del Pd e del centrosinistra, l'ex assessora regionale Federica Fratoni, che si ferma ben ventitre punti sotto, al 28% (a Pistoia la sinistra raccoglie invece con il candidato Francesco Branchetti il 12%).

Tomasi confermato sindaco di Pistoia al primo turno, Lucca e Carrara al ballottaggio

A Pistoia secondo Giani, in sostanza, ha pesato sul risultato la divisione della sinistra, o meglio tra il centrosinistra e la sinistra, a tutto vantaggio della destra. “Avere due liste, che anzi poi sostanzialmente diventavano tre, ha chiaramente rafforzato la scelta verso il candidato uscente". Per Giani, nonostante ventitre punti di distacco, “Fratoni ha ottenuto comunque un bel risultato”.

E proprio Tomasi potrebbe essere il candidato del centrodestra alle elezioni regionali del 2025. “Da Pistoia parte la corsa alle regionali”, commentava non a caso a caldo il capogruppo in Regione dei meloniani Francesco Torselli ieri sera.

Nonostante l'affermazione di Tomasi, per Giani in Toscana si può parlare di "una buona valutazione per il centrosinistra", perché a Carrara e Lucca, che andranno al ballottaggio tra due domeniche, i candidati del centrosinistra sono avanti e “partono da una posizione ben consolidata”, e perché, prosegue il ragionamento il presidente, il centrosinistra "ha eletto il sindaco in 19 comuni su 28 in cui si è votato in Toscana”. Tra due settimane urne di nuovo aperte.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni amministrative, Giani: “Sinistra divisa rafforza la destra, sì campo largo con i 5 Stelle”

FirenzeToday è in caricamento