rotate-mobile
Politica

Firenze trascriverà gli atti di nascita dei figli delle coppie gay

Ad annunciarlo il sindaco Nardella

Dopo Sesto Fiorentino anche Firenze trascriverà gli atti di nascita di figli di coppie omosessuali. Stamani ad annunciarlo è stato il sindaco Dario Nardella: "In questi giorni ho ricevuto alcune lettere molto significative e toccanti di coppie omossessuali che hanno figli e che chiedono il riconoscimento di questi bambini. Visto che credo che la nostra attenzione debba essere prima di tutto rivolta a questi bambini, mi sono convinto a procedere, già a partire da oggi, al riconoscimento dei figli di coppie omossessuali, gay o lesbiche, attraverso la trascrizione nei registri dell'anagrafe". La trascrizione, spiega il primo cittadino, avverrà indicando entrambi genitori "qualunque sia il tipo di pronuncia giudiziaria, ovvero, qualunque sia il giudice, se italiano o straniero". Si tratta "di un segno- aggiunge Nardella- fatto da molti altri colleghi sindaci, perché la realtà della società civile ci pone davanti responsabilità dalle quali non possiamo scappare".

Dopo l'annuncio mattutino la segretaria generale Cgil Firenze, Paola Galgani, ha rilanciato sul patrocinio non concesso dal Comune alla manifestazione dell'orgoglio gay. “Apprezziamo le dichiarazioni del sindaco, ora aspettiamo gli atti concreti che devono seguire. Perché i diritti o sono per tutti o non sono, e la famiglia è quella in cui ci si vuole bene: con questa convinzione come Cgil Firenze saremo il 16 giugno a Siena al Toscana Pride. Ci auguriamo che Palazzo Vecchio ci ripensi e riconosca il Patrocinio del Comune alla manifestazione”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Firenze trascriverà gli atti di nascita dei figli delle coppie gay

FirenzeToday è in caricamento