rotate-mobile
Politica

Apre con polemica la festa dell'Unità: c'è lo stand del Forteto

Donzelli attacca: "Sigillo sul legame col Pd". I Dem in imbarazzo

Apre venerdì 25 agosto al parco delle Cascine la festa dell'Unità di Firenze. Cibo, musica e dibattiti con Luca Lotti, Maria Elena Boschi, Maurizio Martina ed Enrico Rossi. Ma l'antipasto è la polemica, scoppiata oggi, sulla presenza dello stand del Forteto. A scatenarla è stato il capogruppo di Fratelli d'Italia in Regione Giovanni Donzelli che sottolinea come si tratti di "un fatto che, qualora qualcuno avesse ancora dei dubbi, mette il sigillo ufficiale sul legame che esiste tutt'oggi fra il partito al governo dell'Italia, della Toscana e di Firenze e il luogo teatro degli abusi e i maltrattamenti provati e riprovati nelle sentenze della magistratura".

Donzelli fa notare come "ancora oggi al Forteto vive e lavora, anche con ruoli importanti, la maggior parte dei condannati: cade cosi' la storiella ipocrita della discontinuità con il passato dell'attuale governance della cooperativa. Aver scelto di ospitare lo stand è un fatto vergognoso, l'ennesimo schiaffo, quello definitivo, alle centinaia di vittime che hanno avuto la vita rovinata da quell'esperienza". Alla conferenza stampa della festa in programma oggi è intervenuto anche l'avvocato delle vittime del Forteto, Giovanni Marchese, che chiede la rimozione dello stand: "Invitarla dopo la risoluzione approvata in Consiglio regionale sul tema è grave - punta il dito - dire che non si sa nulla lo è ancora di più, perché significa che all'interno del Pd pochi decidono per molti".

"Vorrei capire che rapporto c'è fra le vittime, che noi rispettiamo come rispettiamo molto il lavoro che è stato fatto in Consiglio regionale dalla commissione d'inchiesta, e la Chianina che viene promossa all'interno della festa", si interroga il segretario metropolitano Fabio Incatasciato. Lo smentisce in parte, con un po' d'imbarazzo, il vice-segretario regionale Antonio Mazzeo: "Vengo a sapere della presenza dello stand commerciale solamente arrivando ora qui - ammette - Donzelli è un abile comunicatore e tenta molte volte di manipolare la realtà con le sue affermazioni. Ho bisogno di approfondire, e di capire. Stiamo attenti a non speculare su quello che è accaduto". In serata Mazzeo e Incatasciato hanno fatto sapere di aver chiesto alla società che gestisce gli spazi commerciali della festa "di scegliere un soggetto alternativo per la gestione dello stand dedicato a hamburgeria e prodotti tipici del Mugello".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apre con polemica la festa dell'Unità: c'è lo stand del Forteto

FirenzeToday è in caricamento