rotate-mobile
Politica

Elezioni: storico centrodestra a Pistoia, a Lucca e Carrara centrosinistra avanti

Domenica 26 giugno i ballottaggi decisivi. Referendum: i risultati in Toscana

Storica vittoria al primo turno del centrodestra a Pistoia, con Fratelli d'Italia che conferma il sindaco Tomasi e prende il primato del centrodestra. Ma negli altri due comuni chiave, Lucca e Carrara, centrosinistra in vantaggio in vista del ballottaggio. Movimento 5 Stelle ridotto ai minimi un po' dappertutto. E' la sintesi degli esiti del voto per le comunali in Toscana. In provincia di Firenze si è votato solo a Rignano, dove ha prevalso Giacomo Certosi.

Rignano sull'Arno elegge il suo sindaco: è Giacomo Certosi

Pistoia

Il sindaco uscente Alessandro Tomasi sbaraglia la concorrenza e chiude la partita al primo turno battendo con il 51,5% la candidata del "campo allargato" e consigliera regionale del Partito democratico, Federica Fratoni, che si ferma al 28,3%. Oltre al centrosinistra a sostenerla c'era anche il Movimento 5 Stelle, che ha raccolto solo l'1,79% dei consensi.

Una vittoria senza possibilità di interpretazione: dopo aver conquistato cinque anni fa la città che fino ad allora non era mai stata governata dal centrodestra, oggi si conferma senza bisogno del ballottaggio (che invece servì nel 2017).

Primo partito in città resta comunque in Partito democratico, che raccoglie il 20% dei voti. Nel centrodestra bene le civiche, con FdI al 14,2%, la lista "Forza Italia-Udc-Pistoia Civica" al 9,4% e la Lega al 4,16%.

Lucca

Sarà ballottaggio a Lucca, domenica 26 giugno, per stabilire chi governerà Lucca per i prossimi cinque anni. In vantaggio c'è Francesco Raspini del centrosinistra con il 42,65%. A seguirlo il centrodestra con Mario Pardini che si ferma al 34,35%. 

Interessante sarà capire dove finiranno i voti di Fabio Barsanti, candidato a destra di Pardini, che ha raccolto ben il 9,46%. 

Anche a Lucca il primo partito è il Pd, con il 17,17%, seguito da Fratelli d'Italia al 12,7%. La Lega si ferma al 6,61%.

Carrara

Partita tutta da decidere anche a Carrara, dove il centrosinistra è in vantaggio con la candidata sindaco Serena Arrighi che sfiora il 30% dei consensi (29,92%). A sfidarlo al ballottaggio sarà Simone Caffaz, della Lega, che supera nei consensi (18,93%) il candidato presentato da Fratelli d'Italia e Forza Italia, Andrea Vannucci (17,11%). Il centrodestra sarà dunque chiamato a trovare un accordo per provare a sconfiggere la candidata del centrosinistra.

Ottimo risultato anche per il parlamentare di Italia Viva, Cosimo Ferri, che ottiene il 15,1%. Solo un quinto posto, invece, per la candidata sostenuta dal Movimento 5 Stelle, insieme a due liste a sinistra del Pd, Rigoletta Vincenti, che fa registrare un 13,68%. E il Movimento 5 Stelle del candidato sindaco uscente Francesco De Pasquale, che non si è ripresentato.

Referendum: flop anche in Toscana

Anche in Toscana la partecipazione ai cinque referendum sulla giustizia è stata bassa. Anche un po' di più rispetto alla media nazionale: è andato a votare il 19,5% degli aventi diritto contro il 20,9% della media nazionale. E se nelle province in cui si votava anche per le comunali la percentuale è stata più alta, ci ha pensato Firenze ad abbassare il dato: in città ha votato poco più del 17% degli aventi diritto.

Curiosi anche i risultati: nei primi due quesiti il "no" ha prevalso a a Firenze città (a differenza che su scala nazionale) mentre sul terzo, quarto e quinto quesito i "sì" hanno ottenuto una maggioranza schiacciante, fra il 70 e il 73%.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni: storico centrodestra a Pistoia, a Lucca e Carrara centrosinistra avanti

FirenzeToday è in caricamento