rotate-mobile
Politica

Candidatura alle suppletive della Camera di Siena: il Pd ora preme su Enrico Letta: "Si candidi"

Il seggio parlamentare è vacante da mesi, lasciato dall'ex ministro Pier Carlo Padoan: sì dal Pd senese, per Nardella "ottimo candidato"

Enrico Letta non ha ancora detto nulla. Ma dal Pd senese è arrivata una 'chiamata' forte e chiara: sia il segretario dem a candidarsi alle prossime suppletive della Camera, per il seggio parlamentare lasciato libero lo scorso novembre dall'ex ministro dell'economia Pier Carlo Padoan, nominato presidente del consiglio di amministrazione di Unicredit.

La candidatura dell'ex premier, spiega il Pd senese nel documento approvato ieri sera all'unanimità con il quale di fatto chiede a Letta di candidarsi, "rappresenta un'opportunità per la nostra provincia e per il capoluogo". "Abbiamo apprezzato le prime iniziative di Letta da segretario, il coinvolgimento della base, le parole chiare su tematiche identitarie, le proposte avanzate e la modalità di guida del partito".

"Abbiamo apprezzato - si legge ancora -, quanto ha dichiarato lo stesso Letta sullo specifico tema del collegio, sostenendo che la decisione rispetto alla candidatura deve avvenire dal territorio".

La scelta, poi, "oltre ad essere un elemento di prestigio", può "avere la forza di rappresentare a livello regionale, nazionale ed europeo le innumerevoli istanze e priorità che ha questo territorio".

Tra i punti elencanti c'è, infine, un ragionamento politico-nazionale: "Riteniamo che, per rendere incisiva l'azione politica del Partito democratico, il proprio segretario debba essere presente attivamente in Parlamento". Una ragione, quest'ultima, non da poco. Tutti sanno quanto sia difficile tenere la briglie ad un partito, il Pd, che conta al proprio interno ancora molti renziani e diviso in correnti al proprio interno: essere in parlamento sicuramente aiuterebbe Letta a dettare la propria linea e a tenere la barra dritta. In passato lo stesso Pd senese aveva invece espresso contrarietà all'ipotesi della candidatura di Giuseppe Conte, peraltro sempre smentita da quest'ultimo.

"Ci impegniamo a sostenere la candidatura di Letta con il massimo impegno e la massima lealtà, mobilitando tutte le forze disponibili, instaurando un rapporto collaborativo con la federazione provinciale di Arezzo e con tutti i livelli del Pd della Toscana, lavorando per la costruzione, sul nome di Enrico Letta, di una coalizione la più ampia e rappresentativa possibile del centrosinistra", conclude il documento. Anche il sindaco di Firenze Dario Nardella preme perché il segretario Pd si candidi: sarebbe una decisione "molto positiva. Letta è toscano e sarebbe - le parole del sindaco all'Agenzia DIRE -, un ottimo candidato per la nostra regione".

Elezioni Sesto, il Pd dice sì a Falchi: "No alla nuova pista dell'aeroporto"

Enrico Letta, foto Agenzia DIRE, www.dire.it

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Candidatura alle suppletive della Camera di Siena: il Pd ora preme su Enrico Letta: "Si candidi"

FirenzeToday è in caricamento