Villa Basilewsky, Potere al Popolo contro Giani: "Non lo sa che è in vendita?"

La candidata Conti: "Dice che la vuole usare per l'imprenditorialità giovanile, invece diventerà un albergo, svenduta a metà del suo prezzo"

Sul caso di Villa Basilewsky, la struttura di fronte alla Fortezza da Basso un tempo di proprietà della Asl 10 e che ospitava servizi sanitari, Potere al Popolo contro Eugenio Giani, candidato presidente alle regionali per il centrosinistra.

"In una recente intervista Giani ha affermato di voler utilizzare villa Basilewsky come incubatore per l’imprenditorialità giovanile. Sostiene inoltre che la villa in questione sia 'immobile di proprietà regionale inutilizzato'", dice Francesca Conti, candidata nella lista Toscana a Sinistra nel collegio Firenze 1.

"Secondo la visura catastale la villa - spiegano da Potere al Popolo -, di proprietà dell’ASL 10 Firenze fino al 2010, è stata successivamente acquistata dalla Regione per 20 milioni di euro. Nel 2019 è stata messa in vendita dalla Regione per 8,45 milioni, e quindi con un'ingente svalutazione dell’immobile pubblico".

"Dalla consultazione degli atti pubblici è emerso che la Regione ha messo in vendita la villa già ottenendo dalla Soprintendenza l’autorizzazione ad ospitarvi funzioni private (albergo, uffici, direzionale) mentre per i restanti vincoli comunali, legati al piano urbanistico, la Regione sta spingendo per ottenere il via libera alla privatizzazione del bene, auspicandone una funzione alberghiera", prosegue Conti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Come è possibile che il presidente del consiglio regionale non sia a conoscenza della vendita in corso della storica villa Basilewsky? O è un ignorante, o sta sostenendo una falsità o conosce qualcosa che nessun altro conosce. Inoltre - conclude Conti -, perché svendere un luogo pubblico ai privati con il fine di trasformarlo nell’ennesima struttura ricettiva? E perché svendere un bene pubblico a meno della metà del suo prezzo d’acquisto?"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm: slitta la firma, tutti i dubbi delle Regioni

  • I migliori locali low cost d'Italia, cinque sono a Firenze. Ecco dove mangiare bene e spendere poco

  • Montespertoli: si getta nel vuoto dopo una lite in casa, muore quindicenne

  • Ristoranti, due locali di Firenze nella classifica dei migliori ristoranti di lusso

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da lunedì

  • Coronavirus: nuovo record di contagi in Toscana, oltre 2.000 nuovi casi e 13 decessi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento