Regionali, la 'zarina' è vicina: "Ceccardi a due punti da Giani"

Sondaggio Opimedia per Toscanamedia-QUInews. Nessun schieramento oltre il 45%

Photo Cr. Opimedia/Toscanamedia-quiNews

L'ultimo sondaggio realizzato da Opimedia per ToscanaMedia-QUInews in vista delle elezioni regionali del 20 e 21 settembre, dà Eugenio Giani all 44% e Susanna Ceccardi al 42%. Si tratta di un distacco assai minore rispetto al dato del 6-8% circolato nelle scorse settimane.

Rispetto alle precedenti rilevazioni, l'indagine risente innanzitutto - spiegano gli analisti - dell'ufficiale discesa in campo di tutti i candidati dei principali schieramenti.

Regionali: la lista di sinistra 

Ed è significativo il fatto, sempre secondo gli analisti, che la sfida tra candidati presidenti della Regione, rispetto al passato recente, risulti ancora più rilevante per l’esito finale.

Alle ultime consultazioni, infatti, queste candidature sono state in grado di spostare significative percentuali di voto, in alcuni casi il 10% del totale.

Una tendenza che si inquadrerebbe in un contesto di sempre maggiore mobilità dell’elettorato, che tenderebbe a votare sempre più spesso la persona-candidato anziché i partiti o la coalizione che lo supportano.

sondaggio1-2

I partiti

Va ricordato che, secondo l'attuale legge elettorale della Regione Toscana, la soglia di sbarramento per le coalizioni è il 10%, per le liste singole il 5% e per quelle in coalizione del 3%.

Nella coalizione del centrodestra, rispetto a maggio calo di un punto percentuale sia per la Lega - che scende al 23% - che per Forza Italia che scende al 4%. Stabile Fratelli d’Italia al 13%.

Un'eventuale lista di supporto direttamente intitolata a Susanna Ceccardi, la candidata presidente della coalizione di centrodestra, è accreditata del 3%.

All’interno della coalizione di centrosinistra, che sostiene il candidato presidente Eugenio Giani, i partiti che potrebbero superare la soglia di sbarramento sono al momento il Pd e Italia Viva.

Il Pd è accreditato del 32% dei voti (stabile rispetto a maggio), mentre Italia Viva si attesta al 7% con un calo dell'1% rispetto al mese precedente.

Buona la performance di un'ipotetica lista dei Verdi (2%) ma insufficiente a superare la soglia di sbarramento. Circa il 2% di consensi anche per il movimento Azione di Carlo Calenda.

Il M5S mantiene anche a giugno un 7% di consensi che permetterebbe alla sua candidata presidente Irene Galletti di entrare nel parlamentino toscano.

La lista Toscana a Sinistra del candidato presidente Tommaso Fattori si assesta al momento intorno al 3% e quindi ne resterebbe fuori.

Le coalizioni

In base alla rilevazione di giugno, in Toscana la coalizione di centrodestra formata da Lega, Fratelli d'Italia, Forza Italia e la Lista Ceccardi parte da un potenziale del 42% dei voti.

Quella di centrosinistra formata da Pd, Italia Viva, Verdi, altre forze di sinistra e +Europa raggiunge il 44%, superando gli avversari di 2 punti percentuali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Archeologia: scoperto gigantesco santuario dedicato ad Apollo

  • Campi Bisenzio: nuovo casello autostradale 

  • Caldo torrido su Firenze: tre giorni di allerta meteo

  • I turisti non tornano, i residenti se ne vanno: Firenze è sempre più vuota

  • Coronavirus: 217 in quarantena per l'ultimo focolaio

  • Coronavirus: impennata di nuovi casi, cluster di giovani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento