Elezioni regionali, Melio: "Vinciamo per mantenere il modello toscano e diventare nuovo laboratorio progressista"

Il capolista Pd presenta lo slogan assieme a tutti i vertici dem: "In gioco il destino della Toscana"

'Un salto avanti'. È questo lo slogan scelto da Iacopo Melio, capolista alle Regionali del Pd nel collegio di Firenze 1, per rilanciare la propria campagna elettorale e presentato oggi.

Un messaggio che racchiude l'impegno per la promozione dei diritti umani e civili del ventottenne, fondatore della onlus #vorreiprendereiltreno. E che raccoglie consensi praticamente unanimi nel Pd.

Tanto che alla conferenza stampa di presentazione di fatto della sua campagna elettorale, questa mattina all' Impact Hub di via Panciatichi, portano il proprio messaggio il segretario nazionale del Pd, Nicola Zingaretti, la leader regionale Simona Bonafé, il segretario locale Andrea Ceccarelli e anche il sindaco di Firenze, Dario Nardella.

"Qualcuno - spiega Melio collegato in videoconferenza (è costretto a casa dal coronavirus, ndr) - mi ha definito il punto di rottura del Partito democratico. Non sono molto d'accordo, semmai mi piace di più essere il punto di cambiamento per il Pd e per la nostra regione e per fare della Toscana e del nostro partito quello che abbiamo sempre sognato".

Melio augura a entrambi un salto in avanti. E intende concretizzarlo a fianco di Eugenio Giani. Il candidato a governatore, da parte propria, elogia Melio e promette il proprio impegno sul tema dei disabili e dei diritti. "Iacopo Melio - sostiene Giani -, rappresenta per tutti noi un valore aggiunto con le sue battaglie, il suo impegno. Con lui sicuramente faremo un passo avanti nell'impegno della Regione sul superamento delle diversità, sull'accessibilità nella vita quotidiana nei trasporti, nei luoghi della cultura, dello sport".

“Rompiamo gli indugi, vinciamo per fare della Toscana un nuovo laboratorio progressista", dice Melio, scrittore oltre che attivista per i diritti umani e fondatore della onlus #vorreiprendereiltreno, e insignito nel 2018 del titolo di Cavaliere della Repubblica dal Presidente Sergio Mattarella.

"Era già accaduto che mi arrivassero proposte in passato, ma questa volta ho deciso di accettare: è in gioco il destino della nostra Toscana, non era tempo di tirarsi indietro”.

"Per questo ho scelto di fare un salto avanti - ha detto Melio annunciando lo slogan che lo accompagnerà durante la campagna elettorale - Siamo forti di una grande storia e valori forti, dobbiamo farli vivere nel futuro, questa è la sfida: far fare un salto avanti alla nostra Regione. Non dobbiamo solo difendere un modello ma proiettarci nel futuro e fare della Toscana, a partire da Firenze e dal buon lavoro del suo Sindaco, un laboratorio di innovazione per i progressisti”, dice Melio.

Quanto alla candidata presidente del centrodestra Ceccardi "le istituzioni non sono autobus su cui salire e scendere. Serve coerenza, non come lei che fa la candidata col paracadute di Bruxelles (Ceccardi ha più volte detto che se non vincerà non resterà in consiglio regionale come consigliera di opposizione ma resterà europarlamentare, ruolo che svolge tuttora, ndr). Io ho scelto di mettermi a disposizione con serietà e impegno: sono pronto a rappresentare Firenze e la Toscana fino in fondo”, la stoccata del 28enne capolista dei dem nel collegio 'Firenze 1'.

"Non potrò uscire di casa fino a che non sarà disponibile que vaccino che in tanti speriamo ci faccia tornare alla normalità: sarà una campagna diversa dal solito e la mia priorità sarà ascoltare", conclude Melio, che sarà obbligato dunque a fare campagna elettorale attraverso i social, sui quali è molto attivo e molto seguito (su Facebook ha oltre 655mila follower).

"Faremo campagna elettorale fino in fondo. Non ci sfugge la posta in gioco delle prossime Regionali. Dobbiamo difendere un modello conosciuto in tutto il mondo fatto di valori, ma anche di diritti e qualità della vita. Al tempo stesso dobbiamo rilanciare questo modello, correggere quello che non ha funzionato in questi anni", spiega, anche lei in video collegamento, la segretaria regionale dei dem Simona Bonafé.

Un messaggio anche da Dario Nardella. "Questa campagna è sicuramente la più difficile che abbiamo avuto, ma questo non significa affatto che noi non abbiamo le forze, la capacità e le possibilità per farcela. Anzi siamo forza di governo da sempre. I nostri elettori non sono chiamati a dare solo un giudizio su quello che è stato fatto in questi 5 anni, ma in qualche modo su quello che la Toscana ha dato ai toscani per 50 anni. Tutto questo rischiamo di perderlo, le conquiste fatte non sono date per sempre, i cittadini lo devono sapere", dice il sindaco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Per la candidata della Lega Ceccardi serve più Toscana e meno Firenze. Così ha detto. Ma senza Firenze - conclude il sindaco -, la Toscana può fare molto meno, e senza la Toscana Firenze non sarebbe la città che è".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: possibili 'zone rosse' in Toscana

  • Verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

  • Nuovo Dpcm: slitta la firma, tutti i dubbi delle Regioni

  • Montespertoli: si getta nel vuoto dopo una lite in casa, muore quindicenne

  • Incidente stradale in viale Belfiore: auto contro scooter, un ferito grave / FOTO

  • Coronavirus: in Toscana altro balzo in avanti, 906 nuovi casi. Cinque decessi, tutti a Firenze

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento