menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ceccardi-Giani, ancora scintille. Il signor Eugenio: "Mio avversario è Salvini". L'eurodeputata: "Io candidata del centrodestra e tu non sei Bonaccini"

L'ex sindaca di Cascina: "Essere sottovalutata e sfruttare le presunzioni degli avversari è sempre stata una costante per me"

"Secondo Giani, non sarei io il suo avversario. Il signor Eugenio ha detto che il suo avversario è Salvini e lui è il Bonaccini della Toscana. Ora, con tutto il rispetto, io non sono Salvini, e penso si veda; Giani, tu non sei Bonaccini e si vede".

Così l'eurodeputata Susanna Ceccardi, candidata presidente del centrodestra alle prossima Regionali in Toscana, in un video su Facebook.

"Stai tranquillo - continua Ceccardi rivolta a Giani - riportati un attimo coi piedi per terra. Qui siamo in Toscana e la candidata del centrodestra sono io, Susanna Ceccardi".

"Io ho iniziato a poco più di vent'anni con la politica, all'università, quando c'erano i collettivi che mi venivano a minacciare con le botte e una volte le ho anche prese", ricorda l'esponente leghista.

Ceccardi spiega che essere sottovalutata e sfruttare le presunzioni degli avversari, come spesso capita a chi lancia la rincorsa dall'opposizione, è ormai per lei "una costante".

Nel 2011 Ceccardi si è candidata al Consiglio comunale a Cascina, quando la Lega aveva percentuali minime, e viene eletta consigliera.

Cinque anni dopo si candida e il sindaco di allora disse che era "una ragazzetta" e "un errore della storia".

"Detto fatto, vinto il Comune di Cascina - ricorda ancora Ceccardi - e per la prima volta un sindaco di centrodestra vince nella rossa Toscana".


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento