rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Verso il bis? / Vicchio

Il sindaco di Vicchio saluta (per ora) i suoi concittadini

Carlà Campa ha illustrato il resoconto del mandato. Probabile una candidatura con una civica

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

“Servire il mio paese, mettersi a disposizione per la comunità, è un privilegio, un'esperienza straordinaria di cui sono grato. L’ho fatto con l’obiettivo di far crescere e migliorare Vicchio. Con un’amministrazione impegnata nella gestione dei problemi pratici e immediati ma anche e soprattutto nel gettare le basi per il domani. Le scelte politiche sono state rivolte alla progettazione e attuazione di interventi e attività con rilevanti fondi e finanziamenti, come il Pnrr che cambieranno il volto di Vicchio”.

È il saluto di fine mandato di Filippo Carlà Campa e della giunta. Un saluto che però, è sempre più probabile, sarà solo un arrivederci. Il primo cittadino infatti dovrebbe tentare il bis con una lista civica, in alternativa al Partito democratico che ha invece raggiunto l’accordo, dopo numerose tribolazioni, sul nome del segretario cittadino Francesco Tagliaferri, appoggiato da sinistra e Cinque stelle.  Ancora Carlà Campa non ha sciolto le riserve, ma dovrebbe essere questione di giorni, se non di ore. 

Tornando al bilancio di fine mandato, al Teatro Giotto, sono stati ricordati i progetti portati avanti nei cinque anni dalla “la realizzazione di dieci alloggi di edilizia residenziale pubblica e di un centro operativo per servizi essenziali alla popolazione" alla “riqualificazione della piscina comunale e del lago di Montelleri" dal "consolidamento delle frane in località Carbonaia, Vitigliano e Pesciola, Paterno" alla "manutenzione di strade e rifacimento asfalti nelle frazioni".  E ancora, le sette aree per bambini, la realizzazione della rotatoria tra la Sp551 e viale Beato Angelico, a cura della Città Metropolitana,dei tratti della Ciclovia Sieve-itinerario dei tre laghi tramite l’Unione dei Comuni Mugello; il progetto per la messa in sicurezza idraulica del lago di Montelleri; le implementazioni delle stazioni di ricarica per la mobilità elettrica (una piazza della Vittoria, 8 punti tra piazza Puccini, largo don Corsinovi e viale della Resistenza) e infine, con la variante al Poc (Piano operativo comunale) l'ampliamento della possibilità di installazione di impianti fotovoltaici e solari nelle aree urbanizzate, compreso il centro storico. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco di Vicchio saluta (per ora) i suoi concittadini

FirenzeToday è in caricamento