La polemica

Italia Viva-Pd, nuovo scontro sulla tramvia. Renzi: “Sui cantieri la giunta Nardella ha dormito”

Funaro: “Lui non ha fatto partire alcuna linea”. Giachi: “Ha detto un sacco di inesattezze se non proprio falsità”

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

“L’amministrazione Nardella sui cantieri del tram ha dormito. E' questa la verità. Hanno perso tempo, nonostante abbiano avuto un sacco di soldi, ‘una baulata’ per dirlo alla fiorentina, che hanno speso in ritardo”. Nuova polemica di Matteo Renzi contro il Comune e la giunta Nardella: questa volta l’ex sindaco sale sul tram e attacca su uno dei cavalli di battaglia dell’amministrazione uscente, teatro di scontro tra Sara Funaro ed Eike Schmidt. Adesso sul “ring” sale anche il leader di Italia Viva: “A parte la linea 1”, la cui realizzazione “è merito di Leonardo Domenici, tutte le altre sono state finanziate dal governo Renzi. Le linee del tram le ha finanziate il governo Renzi”, mentre ”i cantieri li ha allungati la giunta Nardella”, le parole rilasciate a ‘Refresh’, la rassegna stampa di Toscana Tv. Per poi mollare un altro fendente: “Se la giunta Nardella avesse fatto velocemente i cantieri la linea Fortezza-San Marco sarebbe già in funzione”.

La replica questa volta è doppia. Più stringata quella di Sara Funaro, ancora dai microfoni di Toscana Tv, alla trasmissione Telegram, in onda questa sera di cui riportiamo una anticipazione: “Che da sindaco Renzi non abbia fatto partire le linee della tramvia mi sembra un dato di fatto, non mi sembra di aver detto niente di strano. Questa amministrazione sta completando le linee della tramvia. Ma il mio avversario è Eike Schmidt e la polemica la faccio con la destra”. 

Più dettgliata quella affidata alla consigliera regionale del Partito Democratico, Cristina Giachi. “Queste accuse sono ingiuste oltre a essere piene di un sacco, anzi di una baulata, di inesattezze se non proprio falsità. Non si può certo dire che questa amministrazione non sia stata “con il fiato sul collo” delle ditte. Me lo ricordo perché c’ero. Detto poi da chi, durante la sua permanenza a Palazzo Vecchio, non ha fatto partire i cantieri delle due linee, i cui lavori sono stati avviati e conclusi dal sindaco Nardella nel suo primo mandato, è inaccettabile”, ha sottolineato Giachi, assessora proprio nella giunta Renzi, riferendosi alla linea T1 (ovvero il prolungamento della linea Scandicci-Santa Maria Novella fino a Careggi denominata anche linea 3.1) e alla T2 per l'aeroporto ( detta anche 2.1) che sono state riprogettate durante gli anni di Renzi sindaco per poi tornare sui progetti originari. I cantieri sono iniziati nella seconda metà del 2014 e conclusi per la T1 nel luglio 2018 e per la T2 nel febbraio 2019. I cantieri della Variante del centro storico sono iniziati nel luglio 2022, preceduti dalla sostituzione della grande conduttura dell’acquedotto da parte di Publiacqua. 

"Infine sulla questione dei fondi - precisa Giachi - la T1 e la T2 erano state finanziate ben prima dell’arrivo di Renzi a Palazzo Chigi, tant’è che i lavori potevano iniziare già negli anni del suo mandato di sindaco. Il governo Renzi ha finanziato parzialmente il primo lotto della linea per Campi Bisenzio, ovvero Leopolda-Piagge con 152 milioni di euro a fronte di un costo complessivo di 230 milioni. Nessuna risorsa invece per altre linee”, ovvero la Vacs, la 3.2.1 Libertà-Bagno a Ripoli, la 3.2.2 Libertà-Stadio-Rovezzano, la 4.2 Piagge-Campi Bisenzio, la 2.2 cioè il prolungamento della linea 2 dall’aeroporto a Sesto Fiorentino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Italia Viva-Pd, nuovo scontro sulla tramvia. Renzi: “Sui cantieri la giunta Nardella ha dormito”
FirenzeToday è in caricamento