rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Verso le elezioni

Pellegrino: “Non basta l'aspettativa, Schmidt è ineleggibile”

L'esperto di diritto interviene sulla candidatura dell'ex direttore degli Uffizi. Che risponde: "La questione è stata risolta tempo fa"

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

“La candidatura di Eike Schmidt alla carica di sindaco di Firenze, per essere valida e non incorrere nella causa di ineleggibilità per come sancita dall'articolo 60 del Testo Unico degli enti locali, sarebbe dovuta intervenire previa cessazione dall'incarico di direttore del museo di Capodimonte entro la data della presentazione delle candidature”.

A dirlo all'associazione fiorentina Zone utopiche creative che lo avevano interpellato in merito, come riportato sulle pagine di Repubblica, l'avvocato Gianluigi Pellegrino esperto di questioni al limite tra politica e diritto e che già in passato si era occupato di casi che avevano coinvolto molti politici, da De Luca a Berlusconi. 

Torna quindi prepotentemente sotto i riflettori il caso di possibile ineleggibilità del candidato del centrodestra Eike Schmidt. Nella sua spiegazione, Pellegrino ha poi specificato che "Non essendo avvenuto e risultando Schmidt solo collocato in aspettativa ed essendo a oggi titolare della funzione di direzione generale, lo stesso versa senz'altro in situazione di ineleggibilità alla carica di sindaco che non potrebbe mai legittimamente consentire una legale convalida dell'eventuale elezione".

Se poi l'elezione "Non venisse doverosamente negata - puntualizza Pellegrino - l'ineleggibilità dovrebbe essere sancita dal competente giudice ordinario cui può rivolgersi ogni cittadino elettore e il locale prefetto”.

L'ex direttore degli Uffizi, intervistato da Radio Firenze Viola, ha subito ribattuto: "E' una cosa da non prendere assolutamente sul serio". Schmidt ha poi aggiunto che la questione "è stata risolta tanto tempo fa" osservando che "in queste elezioni, così come in quelle precedenti, ci sono tanti candidati che lavorano, non sono politici, in aspettativa. Penso ai dirigenti dello Stato, ai carabinieri e ai membri delle forze dell'ordine. Questa è una prassi fatta ovunque, da tanti anni". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pellegrino: “Non basta l'aspettativa, Schmidt è ineleggibile”

FirenzeToday è in caricamento