rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Elezioni comunali 2024

Saccardi, bordate al Pd: "Firenze merita di meglio, non solo nomine all'ultimo minuto" / VIDEO

Critiche anche alla stampa: "Per i giornali non esistiamo". E Grazzini: "Funaro prende in coalizioni chi dice sempre no"

Non è la tipa che le manda a dire, Stefania Saccardi. Stasera non è stata da meno. "Il nostro obiettivo è dare a Firenze una nuova speranza, un'altra possibilità. Questa città merita di più rispetto a quanto visto negli ultimi anni: più bellezza, più cuore, più passione, maggiore impegno da persone che tengono realmente al tessuto sociale fiorentino, al decoro, alla pulizia, alla sicurezza. Non merita nomine fatte all'ultimo minuto negli enti partecipati", dice la candidata sindaca di Italia Viva all'inaugurazione del comitato elettorale del coordinatore cittadino, Francesco Grazzini, candidato al consiglio comunale, in via Pier Capponi.

'Caso Sas'

Il riferimento, ovviamente, è al caso Sas, Servizi alla Strada. Marco Semplici, ex Forza Italia, da tempo in orbita Pd, è passato dalla presidenza della partecipata alla candidatura in consiglio comunale nella lista civica 'Sara Funaro sindaca'. Al suo posto, pochi giorni fa, è arrivato Andrea Pugliese, in passato consigliere comunale nelle fila Pd.

"Ci candidiamo per dare una spinta importante alla prossima amministrazione e per dare un'indicazione che punti ad una città migliore, non certo per garanzie di posti sicuri. A volte per vincere una partita importante basta il goleador ma per vincere il campionato serve una squadra di grande qualità. Io ho la fortuna di avere una squadra straordinaria", aggiunge Saccardi.

"Firenze ai fiorentini"

Frecciate, sulla falsariga di quanto scrive in quasi ogni e-news anche il leader di Iv Matteo Renzi, anche ai giornali. "Per la stampa cittadina noi non esistiamo ma invece ci siamo eccome. Non so come andrà alla fine ma sicuramente stiamo esprimendo un bel gioco", dice tra gli applausi dei sostenitori. "La prima battaglia che faremo? Far sì che Firenze torni ad essere proprietà dei fiorentini. Devono tornare protagonisti. Vogliamo stare in mezzo alla nostra comunità per rappresentarla e valorizzarla al meglio", prosegue la candidata sindaca renziana.

Critiche a Palazzo Vecchio e all'amministrazione Nardella - della quale Italia Viva ha comunque fatto sempre parte governando la città insieme ai dem, con Saccardi che resta alleata del Pd in Regione dove è vicepresidente - anche sull'annoso e infinito tema stadio, dopo le parole di oggi di Commisso sui "100 milioni mancanti" per terminare l'ammodernamento del Franchi e sulla possibilità di "tutelare in qualsiasi sede i propri diritti".

Stadio Franchi

"Il progetto restyling Franchi è nato male e l'ipotesi di richiesta danni da parte della Fiorentina era da aspettarsela", le parole di Saccardi. "Bisogna fermarsi e aprire un dialogo vero e aperto con la società e governare con intelligenza e concretezza questo percorso", conclude. Poi palla a Grazzini.

"Unica alternativa"

"Nell'attuale contesto politico fiorentino il Pd di Sara Funaro ha preso in coalizione tutti quelli che sono soliti dire 'no' a tutto. La sinistra della sinistra, Sinistra Italiana e forse troveranno un accordo anche con il Movimento 5 Stelle. Noi siamo la vera ed unica alternativa, i soli che possono garantire un futuro diverso dalla continuità della precedente giunta, gli unici che hanno dimostrato di sapere riparare alle gravi lacune e carenze che sono emerse in negli ultimi anni", sferza anche il coordinatore cittadino renziano. Intanto a Scandicci il Pd ha trovato l'accordo con i 5 Stelle.

Schmidt su Funaro: "Candidata perché è nel sistema di potere"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saccardi, bordate al Pd: "Firenze merita di meglio, non solo nomine all'ultimo minuto" / VIDEO

FirenzeToday è in caricamento