rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
Elezioni comunali 2024

Nardella: “Le primarie sono uno strumento da usare solo quando serve”

Il sindaco: “Abbiamo vinto anche senza, come con Giani in Regione”

“Le primarie sono uno strumento, non l’incarnazione dell’identità di un partito, e si usano quando serve e non quando rischiano di essere più dannose”. A dirlo, intervenendo a SkyTg24, il sindaco di Firenze Dario Nardella (scelto con le primarie nel 2014, senza al secondo mandato) difendendo la decisione del Partito Democratico di candidare Sara Funaro per le prossime amministrative nonostante la richiesta di una parte della base dem e dell’ex assessora Cecilia Del Re.  

“Ultimamente senza primarie abbiamo vinto a Foggia, a Brescia, a Vicenza e anche in Regione Toscana Eugenio Giani è stato selezionato senza primarie e abbiamo vinto. A livello nazionale sono una regola, a livello locale è stata messa la regola che si possono non fare”, ha ricordato.

Nardella ha poi sottolineato che ”ultimamente alle primarie non vanno a votare solo gli elettori del Pd”, Come successo anche per la scelta del segretario, con Stefano Bonaccini vincente nei circoli, ma poi travolto dall’onda per Elly Schlein ai gazebo. E come in realtà è sempre accaduto. “Il candidato del Pd - ha ribadito il sindaco - lo deve scegliere la comunità degli elettori del Pd non gli elettori di un altro partito”.

Del Re attacca e pensa al ricorso

Continua a leggere su FirenzeToday

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nardella: “Le primarie sono uno strumento da usare solo quando serve”

FirenzeToday è in caricamento