rotate-mobile

Stragi sul lavoro, Nardella: "Schmidt disgustoso, fa campagna elettorale con i morti e non sa di cosa parla" / VIDEO

Il sindaco interviene all'evento della Uil e replica alle parole del candidato del centrodestra: "Non sa le cose, se si candida a fare il sindaco almeno conosca le regole basilari"

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

"Che Schmidt faccia campagna elettorale con i morti di via Mariti è una cosa disgustosa. Con chi non sa le cose è difficile parlare. I controlli in materia di lavoro non li deve fare il Comune, se Schmidt si candida a fare il sindaco almeno conosca le regole basilari. I controlli li fanno gli ispettorati del lavoro, le Asl, le strutture ministeriali dello Stato". Così il sindaco Dario Nardella, questa mattina, in piazza Signoria, replicando alle affermazioni di Eike Schmidt dei giorni scorsi.

L'occasione era la tappa fiorentina del tour della Uil di sensibilizzazione contro i morti sul lavoro: di media in Italia oltre tre al giorno, molti di più, oltre tre volte in più, dei morti per omicidio. E il sindacato chiede con forza che il governo introduca il reato di omicidio sul lavoro, "perché di veri e propri omicidi si tratta", oltre a chiedere pene più severe per quegli imprenditori e quelle aziende che non rispettano le regole sulla sicurezza.

Presente anche Emma Marrazzo, madre di Luana D'Orazio, la giovane morta sul lavoro ad appena 21 anni tre anni fa: "Basta - dice - deve cambiare qualcosa". Anche nella giornata di oggi, statisticamente, da qualche parte in Italia ci sarà almeno un morto sul lavoro: basta aspettare sera ed ascoltare le notizie.

200 bare in Piazza della Signoria

FOTO - Anche la madre di Luana D'Orazio in piazza contro le morti sul lavoro

Video popolari

FirenzeToday è in caricamento