Martedì, 16 Luglio 2024
Elezioni comunali 2024

Giani, arriva l'ultimatum a Saccardi: "Dia indicazione per Funaro"

Quella che è stata la candidata sindaca renziana è vicepresidente della Regione, proprio al fianco di Giani

Dopo gli eccellenti equilibrismi della campagna elettorale, dote nella quale eccelle, alla fine l'ultimatum è arrivato. "Mi aspetto da Stefania Saccardi, il prima possibile, un'indicazione chiara per Sara Funaro, un sostegno forte".

Così, ieri mattina ai microfoni di ControRadio, il presidente della Regione Eugenio Giani si è rivolto alla sua vice, Stefania Saccardi, che di Funaro è stata avversaria, in quota Italia Viva, nella campagna elettorale per Palazzo Vecchio.

Al primo turno i renziani, nonostante il recordman di preferenze Francesco Casini (ben 1.500), sono andati ben al di sotto delle aspettative: 7,3 per cento. Avranno in consiglio comunale solo due consiglieri su 36 e, forse per la prima volta dopo molti anni, Renzi non avrà più in mano il 'pallino' della situazione. Non è più determinante (a meno che ovviamente il Pd non lo voglia nuovamente rendere tale). E dunque dai dem i toni possono alzarsi.

Riprova ne è il fatto che dai dem non arriva nessun appello ai renziani, tutt'altro. Nelle prime uscite dopo il voto, in vista del ballottaggio, nessuno li cita esplicitamente e a domanda diritti dei cronisti sia la stessa Funaro che i segretari cittadino e regionale del partito, Andrea Ceccarelli ed Emiliano Fossi, ripetono all'unisono: "Noi ci appelliamo ai cittadini, votateci contro la peggiore destra, contro un marziano catapultato da Roma che non sa nulla di Firenze".

Da vedere, ora, come Italia Viva risponderà. Allo scontro aperto contro i dem non possono più andare, perché il rischio è di far saltare gli equilibri in Regione, nonostante il capogruppo regionale di Iv Stefano Scaramelli cerchi di vedere il bicchiere mezzo pieno. "Il progetto Stati Uniti d'Europa (la lista presentata alle europee, ndr) con il 4,8% in Toscana ottiene risultati che superano la media nazionale ed esprime il maggior numero di preferenze per Matteo Renzi in rapporto agli elettori", scrive in una nota il renziano con il Che tatuato sulla spalla.

"Relazione tossica"

L'ultimatum di Giani arriva peraltro il giorno dopo una 'sollecitazione' esplicita. "Basta relazione tossica con Renzi, prenda atto che è iniziata una nuova stagione", gli ha mandato a dire il segretario regionale di Sinistra italiana Dario Danti, forte di un ottimo risultato, rispetto alle attese, sia a livello toscano (7.5%) che alle amministrative fiorentine (5.4%), dell'Alleanza verdi sinistra (con la particolarità non da poco, però, che a Firenze a fare il risultato migliore sono stati i candidati di Ecolò, che hanno surclassato sia la stessa Si che, ancor più, i verdi d Europa Verde, andati male questi ultimi a livello di preferenze personali).

Questa mattina l'ormai ex sindaco Dario Nardella, eletto al parlamento europeo con oltre 110mila preferenze, ha sposato le parole di Giani. "Saccardi - ha detto anche lui a ControRadio - è vicepresidente in una giunta a guida Pd. Non può non rivolgere un appello ai suoi elettori a sostegno di Funaro. Non può essere equidistante né addirittura appoggiare Schmidt".

In attesa di una risposta, ieri alla festa della Fiom al Torrino di Santa Rosa, nuove schermaglie Schmidt-Funaro. "Da assessora sei pagata dai cittadini per fare campagna elettorale", l'attacco dell'ex direttore degli Uffizi. "Tu saresti in aspettativa dalla direzione del museo", la replica, nei confronti di un candidato considerato dal Pd un "paracadutato", già pronto a tornare alla direzione del museo di Capodimonte di Napoli in caso di sconfitta. Oggi alle 15 nuovo confronto, organizzato da Repubblica, all'auditorium della Camera di Commercio.

Sorprese e grandi delusi: chi entra a Palazzo Vecchio e chi no

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giani, arriva l'ultimatum a Saccardi: "Dia indicazione per Funaro"
FirenzeToday è in caricamento