Venerdì, 19 Luglio 2024
Elezioni comunali 2024

Funaro chiude con Schlein: "Da destra fango e attacchi vili, io sindaca per una Firenze che non lascia indietro nessuno"

La candidata del centro sinistra chiude in Santissima Annunziata con la segretaria nazionale assieme a Fossi, Giani e Nardella

Il rosso domina, nell'ultima serata di campagna elettorale di Sara Funaro. Lei camicetta rossa, per i segretari cittadino e regionale Andrea Ceccarelli ed Emiliano Fossi maglietta e camicia dello stesso colore. "Perché la Toscana rossa la dobbiamo difendere da questa destra che attacca i valori fondamentali", dice il presidente della Regione Eugenio Giani dal palco di Santissima Annunziata in un venerdì sera che arriva dopo una campagna lunghissima. A sostenere 'Sara' anche Dario Nardella e, arrivata per la terza volta in questi mesi, l'ultima solo due settimane fa all'Isolotto, la segretaria nazionale Elly Schlein. Oltre ovviamente a tutto il Pd locale che conta.

"La prima volta che sono venuta a sostenerti avevo il cappotto, ora ci tiriamo su le maniche dal caldo", scherza la segretaria. Poi arrivano argomenti più seri. "Dalla destra è arrivato fango, ma hai sempre saputo rispondere. Perché sei competente e da lunedì sarai una grande sindaca di Firenze", la incita la segretaria.

"Qui ci sono una comunità ed un partito, il Pd, di cui posso andare orgogliosa. Eike Schmidt, candidato della destra, si dice civico perché i compagni di avventura li rinnega, ma quelli sono", attacca Sara Funaro dal palco, dove campeggia lo striscione 'Ciao Pescio', in ricordo di Massimiliano Pescini, consigliere regionale dem recentemente scomparso.

"Ho fatto molti confronti con Schmidt ma ancora non ho capito quali sono le sue proposte ed il perché è molto semplice: non hanno proposte, non hanno idee, solo due paginette di programma in cui dicono tanti 'no' e strumentalizzano le paure delle persone", prosegue la candidata del centrosinsitra.

Il vantaggio al primo turno è stato di oltre 10 punti (43 a 32 per cento), ma nulla si può dare, ovviamente, per scontato. "Siamo di nuovo sullo zero a zero. In queste ultime ore mobilitatevi tutti e portiamo più persone possibili al voto. Abbiamo una grande responsabilità, continuare a costruire una Firenze che guarda al futuro e non lascia indietro nessuno, contro una destra che fa attacchi vili e ha condotto una campagna a livelli mai così bassi", prosegue Funaro, ricordando "quando Schmidt mi ha dato della portaborse, offendendo tutte le donne" e "quando ha tirato in ballo mio cugino morto anni fa, si deve vergognare".

"Una destra tenuta ostaggio da un nucleo neofascista", attacca anche Fossi, che rivendica il risultato delle Europee e sprona, da segretario regionale, il suo popolo in piazza: "Diciamocelo una volta che siamo stati bravi e brave, abbiamo il Pd sopra il 30 per cento in Toscana e al 24 per cento a livello nazionale. Da Firenze dobbiamo mandare un messaggio anche per difendere la Costituzione contro una destra che l'attacca col manganello". E qui Fossi cita ovviamente premierato e autonomia differenziata.

Schlein parla molto di temi nazionali, di una destra "che taglia i servizi sociali e manda gli antiabortisti nei consultori. Cosa ce ne facciamo di una donna presidente del consiglio se quella stessa donna attua politica che vanno contro le donne". E su questa linea lancia Funaro, "ti vogliamo prima sindaca della città".

Schlein cita Tina Anselmi, la partigiana che da ministra è stata poi madre del Sistema sanitario nazionale, che "la destra vuole privatizzare". In piazza sventolano anche diverse bandiere della pace la segretaria le nota. "Subito un cessate al fuoco per fermare il massacro a Gaza", chiede.

Funaro cita i sindaci Giorgio La Pira, democristiano, e Mario La Pira, comunista, primo sindaco eletto nella Firenze liberata dal nazifascismo. "Sara è forte e competente e sono sicuro che farà anche molto meglio di me. Non permettiamo a questa destra arrogante di distruggere quello che di buono a Firenze abbiamo costruito", la sostiene Nardella, primo sostenitore dall'inizio della candidatura di Funaro a sindaca.

"Con me avremo una Firenze che può guardare con orgolgio al futuro, una città solidale, accogliente, che non discrimina i bambini stranieri nelle classi delle scuole come vorrebbe fare la destra di cui Schmidt è il candidato. È stata una maratona impegnativa perché abbiamo ricevuto attacchi di una bassezza mai vista, di fronte ad un candidato della destra che negli ultimi giorni non ha saputo far altro che querelare un assessore (Andrea Giorgio, ndr) solo perché ha detto la verità, e cioè che nelle liste a sostengo di Schmidt c'è chi viene da CasaPound e chi è condannato per istigazione all'odio razziale. Aiutatemi a fare questi ultimi metri affinché Firenze possa avere la prima donna sindaca", chiude Funaro. Il popolo Pd la acclama. Domenica e lunedì, fino alle 15, seggi aperti: parleranno le 'x' dei fiorentini.

FOTO - Funaro chiude con Schlein in Santissima Annunziata

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Funaro chiude con Schlein: "Da destra fango e attacchi vili, io sindaca per una Firenze che non lascia indietro nessuno"
FirenzeToday è in caricamento