rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Centrosinistra

Funaro: “Schmidt senza vergogna, lui campione di poltrone che usa la cultura come un taxi”

Dura replica in occasione della presentazione della lista Centro che candida come capolista un ex assessore della giunta di centrodestra a Pisa

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

“Il campione di poltrone in carica Schmidt deve vergognarsi a dire queste cose, lui usa la cultura e i musei come un taxi", dice Sara Funaro replicando alll’ex direttore degli Uffizi, che in un’intervista a Novaradio aveva parlato di “poltronificio” in Comune, citando ad esempio “consulenze notevoli” nel settore della cultura. A dare manforte alla candidata del centrosinistra il fondatore del movimento Centro, l’ex direttore dell’emittente tv Italia 7 Fabrizio Manfredini, che oggi ha presentato la lista a sostegno dell’attuale assessora al Welfare di Palazzo Vecchio: “Chi meglio di lui può parlare di poltronificio, visto che prima si è fatto nominare a Capodimonte e poi si è candidato a Firenze?”.

In precedenza Funaro aveva portato la sua campagna di ascolto ‘Sara is in’ alle Cascine, giorno di mercato, dove non si è parlato soltanto di sicurezza: “È emersa in maniera importante la richiesta di spazi da vivere e di luoghi dove fare sport, oltre alla questione abitativa”. Tema su cui la candidata del centrosinistra si era espressa anche in una intervista a Lady Radio: “Il Comune di Firenze ha già messo in campo risorse sia per il contributo affitto sia per ristrutturare le case popolari da dare ai cittadini che sono in lista di attesa. Nel piano che ho presentato penso che la risposta abitativa debba essere data a tutto tondo: non solo vi è la priorità che l'amministrazione deve avere per i cittadini fragili” ma pure le risposte a quelli che “sono nella fascia media”.

Per quanto riguarda invece la lista Centro, Fabrizio Manfredini (non in corsa) ha esordito dicendo di non aver “mai avuto dubbi sulla scelta del candidato sindaco”, scelta che aveva portato alla rottura con Niccolò Pontello. Cultura la “stella polare del programma”.  “Ne abbiamo parlato a lungo, dalla valorizzazione di tutto il territorio metropolitano alla necessità di lavorare per far vivere tutti i luoghi della città, anche con mostre importanti, valorizzando i teatri di quartiere e il grande tessuto associativo e culturale che abbiamo”, il commento di Sara Funaro. “Con Fabrizio Manfredini è un percorso che parte da lontano, da un confronto continuo sui contenuti e sulle idee per la città del domani”. 

Entrando nel dettaglio dei nomi, come capolista troviamo l’attore e regista pisano Andrea Buscemi, ex assessore leghista sotto la Torre pendente nella prima giunta-Conti (incarico revocato dopo un anno). In corsa, tra gli altri l’avvocato civilista e presidente del movimento Francesco Samà, Simone Menicucci, figlio dell’indimenticato arbitro Gino, il preparatore atletico Donato Quinto, Cecilia Casaglia, moglie del ristoratore Luca Ragazzini che si era suicidato nel 2020 nel suo locale nel periodo Covid e, ancora, l’attore Luciano Casaredi e Alessandro Masi, imprenditore nel campo della comunicazione pubblicitaria, tra i fondatori de ‘La Locandina’, la prima free press italiana di annunci economici.

Questi i nomi:

Andrea Buscemi

Francesco Samà

Donato Quinto

Simone Menicucci

Cecilia Casaglia

Adriano Ariani

Alessandra Fibbi

Lapo Lapi

Angela Nozzi

Luciano Casaredi

Luca lacuitto

Marco Iaselli

Cinzia Diddi

Giulio Michelagnoli

Alessandro Masi

Eugenio Di Pasquale

Francesca Lecce

Francesco Bencivenni

Lavinia Modafferi

Veronica Poli

Francesca Massai

Despoina Malamidi

Anna Martellotta

Raffaele Colucci

Nicolino D’Ippolito

Giorgio Diddi

Renato Suppa

Maura Leone

Federico Vagaggini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Funaro: “Schmidt senza vergogna, lui campione di poltrone che usa la cultura come un taxi”

FirenzeToday è in caricamento