rotate-mobile
Elezioni comunali 2024

Funaro: “Con Schmidt spero in un confronto sulle proposte per la città”

L’ex direttore degli Uffizi a ‘Der Spiegel’: “A Firenze problema di sicurezza pubblica”. Ma “scivola” sul numero dei Quartieri

 

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Eike Schmidt “è in vacanza a Napoli o verrà in vacanza a Firenze?”. La candidata sindaca di Partito democratico e centrosinistra Sara Funaro torna a pungere l'ex direttore degli Uffizi con la stessa “domanda” fatta sabato, subito dopo l’annuncio della sua discesa in campo, sostenuto dal centrodestra. “Battute a parte - ha poi aggiunto - il mio auspicio è che ci si possa confrontare, anche in tempi rapidi, sui temi, le proposte per la città, e la visione del futuro”, lanciando così il guanto di sfida sul merito e sui contenuti programmatici. “L’ho detto e ci tengo a sottolinearlo di nuovo: candidarsi a sindaco di Firenze è una scelta di vita. Per me è sempre stato così e mi pare che siamo diversi anche su questo”, frecciata implicita alla “toccata e fuga” di Schmidt da Napoli dove solo pochi mesi fa era stato nominato direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte.

Intanto come riporta LaPresse, Eike Schmidt, che ha chiesto l’aspettativa al ministero della Cultura e attende l’accettazione per far partire la campagna elettorale, ha parlato della “sua” Firenze in una intervista al settimanale tedesco Der Spiegel puntando il dito sulla sicurezza pubblica. “A Firenze c'è un grosso problema- Come direttore del museo ho eliminato la criminalità nelle immediate vicinanze degli Uffizi e ho assicurato l'ordine anche nel Giardino di Boboli, di cui ero responsabile. Ma date un'occhiata al Parco delle Cascine, sulle rive dell'Arno. In realtà dovrebbe essere l’equivalente fiorentino di Central Park. Invece è un centro per il traffico di droga, i bambini vengono picchiati e i cellulari rubati. Tutto questo deve finalmente finire”. Ha detto l’ex direttore delle Fallerie degli Uffizi. Anche nel centro di Firenze “ci sono state aggressioni per le strade, serali e notturne, e stupri. Negli altri 13 quartieri (in realtà i quartieri cittadini sono cinque dal 1990, ndr) dove vive la maggior parte dei fiorentini, i problemi sono molto maggiori”.

Una gaffe che non è sfuggita proprio a Funaro: “Caro Eike, i quartieri di Firenze sono cinque, i colori del calcio storico quattro, Palazzo Vecchio uno solo. So che conosci poco la città ma se vuoi sono sempre disponibile per ripetizioni, racconti ed aneddoti”. Scivolone rimarcato anche dal deputato Federico Gianassi: “Scopriamo che il candidato sindaco della destra Eike Schmidt, paracadutato con il suo bell’incarico da direttore di museo che non lascia, avrebbe dichiarato al giornale tedesco Der Spiegel che la città di Firenze è un disastro, con aggressioni, stupri, droga, bambini che vengono picchiati nei quartieri della città, che secondo Schmidt sono 14 quando i quartieri fiorentini sono 5. Oltre a dimostrare di candidarsi a sindaco senza nemmeno sapere quanti quartieri ci sono in città e dimostrando con queste frasi che non ha mai messo piede fuori dagli Uffizi, ma davvero vuole continuare questa vergognosa e offensiva campagna contro Firenze fino alle elezioni? - scrive in una nota - Esprimere critiche è legittimo, lavorare per migliorare la città un dovere a cui tutti siamo chiamati, ma offendere Firenze in giro per il mondo non possiamo accettarlo: Schmidt non offenda la reputazione di Firenze, città che gli ha dato moltissimo e che da lui merita rispetto”.

A sostegno della correttezza, almeno letterale, delle affermazioni di Schmidt interviene invece il capogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio regionale Francesco Torselli: “La Funaro vuole fare la maestrina ma merita la bocciatura in conoscenza di Firenze e anche di Tedesco. Non so se ha utilizzato Google per tradurre dal tedesco l’intervista di Eike Schmidt (ripresa in realtà dalle agenzie, ndr) ma  quartiere  - nel senso amministrativo - in tedesco si dice “Bezirk" e non “Stadtteil ”: il termine utilizzato da Eike, che significa invece “parte di città”, “nucleo urbanistico omogeneo”. Insomma, la Funaro era partita per fare la maestrina, ma merita proprio una bocciatura: sia in tedesco, che in conoscenza di Firenze!”.

(video Agenzia Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Funaro: “Con Schmidt spero in un confronto sulle proposte per la città”

FirenzeToday è in caricamento