rotate-mobile
Elezioni comunali 2024

FdI al Tuscany Hall, Rossi: “Prossimo anno avremo più sindaci. Firenze o Prato? Entrambe”

Il coordinatore toscano guarda anche alla Regione: “Siamo il primo partito, daremo noi le indicazioni”

“Abbiamo sette sindaci nei capoluoghi, magari il prossimo anno ne avremo qualcuno in più. Più facile Prato o Firenze? Siamo abituati a cercare di vincerle sempre le battaglie quindi anche entrambe”.  Fa sfoggio di ottimismo Fabrizio Rossi, coordinatore regionale di Fratelli d’Italia alla kermesse ‘L’Italia vincente’ al Tuscany hall di Firenze per fare il punto sui risultati di un anno di governo Meloni, ma con un occhio alle amministrative del prossimo anno. “Se preferisco un candidato di partito o civico? Un candidato che vince, poi può essere anche di partito”. 

Amministrative che potrebbero dare ulteriore slancio in vista delle Regionali del 2025. “Fratelli d’Italia è il primo partito, la spina dorsale del centrodestra, credo spetterà a noi dare le indicazioni ma sono certo che insieme agli alleati troveremo il candidato vincente, - dice in riferimento alla corsa per Palazzo Strozzi Sacrati, sottolineando l’importanza di avere un ‘governo amico’: “In questo anno ha fatto bene su tutto, abbiamo ottenuto risultati su infrastrutture, famiglia economia e sociale, con l’assegno unico aumentato e le battaglie vinte sul reddito di cittadinanza, mandando a lavorare chi può farlo anziché restare sul divano”. 

Il tema portante però è quello elettorale, a cominciare dai 184 Comuni chiamati al voto il prossimo anno, con l’obiettivo, appunto, di conquistare fortini eccellenti, a cominciare da Palazzo Vecchio, centrale anche nell’incontro con i sindaci che ha aperto la giornata. 

“La vera sfida è quella del 2024 - ha rimarcato Michele Conti sindaco di Pisa - Se andiamo uniti e riusciremo ad allargarci con la formula del civismo che è un grande valore aggiunto, potremo conquistare anche la Regione”. “È un mondo che si è avvicinato a noi - ha confermato Alessandro Tomasi primo cittadino di Pistoia e nome buono per le Regionali del 2025, nonostante la smentita dei giorni scorsi - Gli dicevano ‘non allearvi coi fascisti’, alla fine però le idee hanno vinto sulla paura e si è aperta una breccia. Vanno sfidati con l’atteggiamento del governare, che è molto complesso. Ma siamo in grado di farlo e su questo palco ne abbiamo un esempio”.

Candidato del centrodestra a Palazzo Vecchio

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

FdI al Tuscany Hall, Rossi: “Prossimo anno avremo più sindaci. Firenze o Prato? Entrambe”

FirenzeToday è in caricamento