rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Nuovo caso

Per la candidata leghista spunta il sostegno dell’estrema destra

Lealtà Azione invita a votare la segretaria fiorentina Barbara Nannucci

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Dopo il caso Christian Caglieri, ex CasaPound “non pentito” e candidato con Fratelli d’Italia, la foto in cui appare Alessio Di Giulio, ex capogruppo leghista al Q3 condannato per istigazione all’odio razziale, per Eike Schmidt rischia di aprirsi un nuovo capitolo riguardante i “compagni di viaggio” per Palazzo Vecchio.

Sui social è infatti apparso l’esplicito sostegno della branchia fiorentina di Lealtà Azione, movimento di estrema destra, a Barbara Nannucci consigliera uscente della Lega al Quartiere 3 e adesso in corsa per un posto nel Salone dei Duecento, terza in lista dietro Giovanni Galli e il capogruppo Federico Bussolin. 

L’attuale segretaria del Carroccio appare in una foto nella sede fiorentina di Lealtà Azione (zona Cure),  con i militanti che ne sottolineano l’impegno nella campagna CooXazione per distribuire aiuti alle famiglie in difficoltà ma solo se italiane, promossa da Bran.co, onlus direttamente collegata a Lealtà Azione. Attività che si può vedere scorrendo la pagina della stessa Nannucci che qualche tempo fa scriveva: “Nonostante il caldo soffocante, l’afa appiccicosa quando c’è bisogno di dare un contributo i Neri ci sono!”.

Un legame non nuovo tra la Lega e il movimento di estrema destra, soprattutto in Lombardia (del resto l’associazione è nata a Milano) con il consigliere regionale Max Bastoni (famoso per lo slogan ‘Bastoni contro gli immigrati) poi passato a Forza Italia, destino condiviso in Toscana con l’ex consigliere al Palazzo del Pegaso Jacopo Alberti, anche lui recentemente slittato da Salvini a Tajani.

Ieri dopo che Schmidt aveva definito Caglieri ex neofascista, Funaro aveva sollecitato un paio di “occhiali nuovi” per l’ex direttore degli Uffizi in modo da “poter vedere i fascisti attorno a sé”, mentre il ministro dell’Agricoltura Lollobrigida, in visita a Firenze, in un primo momento era stato sbrigativo, “candidatura opportuna? Non conosco le singole liste”, per poi ritornare sull’argomento: “Dobbiamo avere la capacità di proporre idee ed evidentemente quando la sinistra non ne ha alza la bandiera dialettica, impedisce il confronto, mette un qualcosa che non dà la possibilità ai cittadini di approfondire fino in fondo i temi concreti che rappresentano il futuro loro e dei loro figli”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per la candidata leghista spunta il sostegno dell’estrema destra

FirenzeToday è in caricamento