rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Elezioni comunali 2024

Elezioni: preferenze, voto disgiunto, più o meno di 15mila abitanti. Come si vota

Le informazioni sul voto per le elezioni di giugno: in provincia di Firenze si rinnovano oltre trenta amministrazioni

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Per le elezioni comunali il discrimine è rappresentato dalla popolazione, inferiore o superiore ai 15mila abitanti, dove è previsto il ballottaggio se il candidato con più voti al primo turno non raggiunge il 50%+1 delle preferenze valide.

Comuni con più di 15mila abitanti

Gli elettori hanno a disposizione tre opzioni: si può esprimere il voto sia a un sindaco che a una lista a lui collegata. In questo modo l’elettore sceglie il sindaco e quella formazione politica a lui collegata che preferisce vedere avvantaggiata in consiglio; votando solo la lista il voto va automaticamente al sindaco collegato. Si può votare esclusivamente per il sindaco senza indicare alcuna preferenza per il consiglio comunale. Si può esprimere il voto disgiunto, votare un candidato sindaco e una lista non collegata a questo bensì di un altro schieramento. 

Inoltre si possono esprimere fino a due voti di preferenza scrivendo il cognome dei candidati negli appositi spazi. La scelta dovrà riguardare candidati di sesso diverso (doppia preferenza di genere), in caso contrario, la seconda preferenza non sarà valida.

Comuni con meno di 15mila abitanti

Qua l’elettore il voto disgiunto non è ammesso. L’elettore deve indicare il contrassegno relativo al sindaco e alla lista che intende sostenere. Per i Comuni fino a 5mila abitanti si può esprimere un solo voto di preferenza scrivendo il cognome del candidato alla carica di consigliere che preferisce. Nei Comuni con più di 5mila abitanti i voti di preferenza possono essere due ma in questo caso vale la doppia preferenza di genere. Turno unico, vince chi ha ricevuto più voti, il ballottaggio c’è soltanto in caso di pareggio.

Nel caso alle elezioni si presenti un solo candidato sindaco (e quindi una sola lista a sostegno), vengono eletti sia il candidato sindaco che i candidati consiglieri. È tuttavia necessario che la lista abbia ottenuto un numero di voti validi non inferiore al 50% dei votanti e che il numero di quest’ultimi non sia stato inferiore al 50% degli elettori aventi diritto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni: preferenze, voto disgiunto, più o meno di 15mila abitanti. Come si vota

FirenzeToday è in caricamento