rotate-mobile
Elezioni comunali 2024 Bagno a Ripoli

Elezioni 2024: a Bagno a Ripoli tutto facile per Pignotti

Non ci sarà bisogno del ballottaggio: sindaco già al primo turno

Il centrosinistra a Bagno a Ripoli con Francesco Pignotti chiude i giochi al primo turno. Sarà lui, uscito vincitore dalle primarie dem, il successore di Francesco Casini, scelto dal 54,31% dei ripolesi. Nessuno degli sfidanti arriva al 20%. Sonia Redini (Cittadinanza attiva, M5S e Rifondazione) si piazza seconda col 18,67%, quindi Michele Barbarossa col solo simbolo di FdI al 18,42% e infine l’ex assessora Francesca Cellini con Bagno a Ripoli Futura e Sinistra per Bagno a Ripoli con l’8.60%. Affluenza al 66,90%.

In Toscana dei 185 comuni chiamati al voto per eleggere sindaci e consigli comunali (più di un milione e 385 mila gli elettori potenzialmente coinvolti su due milioni e 271 mila residenti), 34 comuni contano più di quindicimila abitanti: in quei territori se nessun candidato e coalizione conquistasse la maggioranza assoluta dei voti nelle urne, si voterà anche  il 23 e 24 giugno (una domenica e un lunedì) per il ballottaggio tra i due candidati che hanno riscosso maggior successo. Tra le trentaquattro amministrazioni con più di quindicimila abitanti chiamate al voto ci sono anche tre capoluoghi: Firenze, Prato e Livorno, le tre maggiori città della Toscana.  Ottantasei comuni contano invece meno di cinque mila abitanti e 65 tra cinque e quindicimila. Si vota in tutte e dieci le province.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2024: a Bagno a Ripoli tutto facile per Pignotti

FirenzeToday è in caricamento