Martedì, 26 Ottobre 2021
Politica

Ddl Zan, Marcucci (Pd): "Non credo all'intesa tra i due Matteo. Voto segreto? Senatori Pd saranno leali"

Continua a far discutere la presunta alleanza IV-Lega per modificare il disegno di legge 'contro l'omofobia'

"Non credo e non crederò mai in una intesa a tavolino tra i due Matteo, per di più sui diritti, che so essere un tema sensibile per Renzi. Italia Viva alla Camera votò compatta il disegno di legge che ora vuole modificare. Sarebbe un valido motivo di riflessione per tutti. Lo ripeto, mancano ancora dei giorni all'arrivo del testo in Aula, facciamo insieme uno sforzo di concretezza". Lo dice in un'intervista al quotidiano Il Mattino il senatore toscano del Pd Andrea Marcucci.

"Vorrei sperare in un sussulto di chiarezza e di dignità politica - prosegue l'ex capogruppo Pd al Senato - ma temo che non avvenga. Abbiamo avuto diversi mesi a disposizione per concordare modifiche al disegno di legge. Io stesso feci un appello a cui nessuno del centro destra ha mai risposto" aggiunge il senatore.

Ddl Zan, Renzi: "Ricevo insulti e minacce"

"Ora facciamo un passo alla volta: intanto approviamo la calendarizzazione per il 13, io mi auguro anche con il voto di Italia Viva - conclude Marcucci - Quanto ai senatori del Pd, io sono certo della loro lealtà. Mi auguro anche che i voti segreti concessi siano pochissimi. È auspicabile che tutti i gruppi assumano posizioni alla luce del sole, senza ricorrere ai franchi tiratori".

Scalfarotto (IV): “Sostengo il ddl Zan, ma in Aula numeri risicati”

“Io sono ancora un sostenitore convinto del Ddl Zan, come sono convinto che sia indispensabile che sia approvata una legge contro l’omotransfobia, per mettere al riparo i tantissimi ragazzi e ragazze che hanno sofferto atti di discriminazione e di violenza”. E' quanto dichiara il sottosegretario all’Interno Ivan Scalfarotto (Italia Viva) intervenendo ai microfoni di Radio 24.

“Il punto è che andremo in un’aula dove i numeri sono molto risicati, dove ci saranno milioni di emendamenti presentati da Calderoli, dove manca il relatore – aggiunge Scalfarotto -. Allora mi chiedo se abbia senso andare incontro alla bella morte per una causa giusta con un bel testo di legge come quello Zan e perdere perchè eroicamente abbiamo offerto il petto al fuoco nemico oppure approvare una formulazione che non cambi la sostanza della legge evitando ostruzionismo e voti segreti e portandola a casa”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ddl Zan, Marcucci (Pd): "Non credo all'intesa tra i due Matteo. Voto segreto? Senatori Pd saranno leali"

FirenzeToday è in caricamento