rotate-mobile
Politica

Il sindaco Nardella ricorda Sassoli: "Un figlio di Firenze"

E propone di dedicare al suo lavoro una sessione dei sindaci europei

"Sono qui per onorare David Sassoli come amico e come persona preziosa per la mia formazione politica, era un figlio di Firenze, nato nella nostra città, ha sempre amato Firenze, ricordo un suo intervento dedicato all'Europa e le città".

Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella parlando a Roma con i giornalisti dopo la visita alla camera ardente del presidente del Parlamento europeo David Sassoli.

Offende sui social la memoria di Sassoli: denunciato da Italia Viva

Dobbiamo lavorare su questo - ha aggiunto il primo cittadino - e come presidente dei sindaci europei dedicherò una sessione con tutti i colleghi sindaci nei prossimi mesi proprio al lavoro e ai progetti di David Sassoli".

L'ex presidente del parlamento europeo, conclude Nardella, "per primo aveva capito l'importanza di tenere l'Ue legata alle città, perchè i cittadini rischiano di percepirla troppo lontana, e si batteva per questo".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco Nardella ricorda Sassoli: "Un figlio di Firenze"

FirenzeToday è in caricamento