menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Referendum costituzionale sul taglio dei parlamentari, si vota il 20 e 21 settembre

I cittadini di tutta Italia sono chiamati alle urne per decidere se confermare o meno la riduzione di un terzo di deputati e senatori

Il referendum costituzionale sul taglio dei parlamentari si terrà il 20 e 21 settembre prossimo. La data è stata ufficializzata dal consiglio dei ministri, presieduto dal presidente Giuseppe Conte.

I cittadini di tutta Italia saranno chiamati a confermare oppure a respingere la riforma costituzionale approvata dal parlamento, che riduce di circa un terzo il numero dei parlamentari.

I deputati alla Camera con la vittoria del 'sì' alla riforma si ridurranno da 630 a 400, mentre i senatori passeranno da 315 a 200. Con la vittoria del 'no' la riforma sarebbe invece cancellata e si manterrebbe il numero attuale di parlamentari.

Non è previsto il 'quorum' del 50% più uno dei votanti, a differenza del referendum abrogativo (istituito per leggi 'ordinarie'). A prescindere dal numero di elettori che si recheranno alle urne, cioè, il risultato sarà valido e avrà l'effetto di confermare o abrogare suddetta riforma. 

Con ogni probabilità negli stessi giorni si voterà anche per le elezioni regionali nelle sei regioni (compresa la Toscana) chiamate al voto per eleggere presidente di Regione e consiglio regionale. La data delle regionali però ancora non è ufficiale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento