Csm, eletti i fiorentini Ermini e Donati ed è polemica sul giglio magico

Mal di pancia per i 5 Stelle: "Votiamo come la cricca renziana". Un deputato attacca: "Non siamo il Pd toscano"

Ci sono due fiorentini fra i membri laici del Consiglio superiore della Magistratura eletti ieri dal Parlamento riunitosi in seduta comune. Il primo, David Ermini, è volto noto del Partito democratico: valdarnese del cerchio stretto renziano è salito alla ribalta con l'ascesa dell'ex premier di Rignano. Sul secondo, Filippo Donati, docente di Diritto costituzionale in quota Movimento 5 Stelle, si sono scatenate le polemiche.

A lanciare il sasso nello stagno era stato, ieri, proprio un deputato pentastellato, Andrea Colletti, contestando il metodo di scelta dei candidati sottoposti ieri al vaglio della piattaforma Rousseau: "Noto con (dis)piacere che almeno due nomi provengono da Firenze, come avveniva nei vecchi metodi della consorteria toscana di Renzi & Company". Una bella bordata scritta su Facebook, per criticare anche la scelta di cadere ancora sui professori universitari. 

Per di più perché Donati "era uno dei costituzionalisti a favore della deforme riforma costituzionale voluta da Renzi & Company, nonché percettore di incarichi Consip e da parte di alcune amministrazioni pubbliche toscane. Più che un nome da M5S - ha sottolineato ancora Colletti - tale nome me lo sarei aspettato da uno dei sodali di Renzi e vorrei proprio sapere chi ha fatto questi nomi e con quali criteri. Noi siamo il Movimento 5 Stelle e non il Partito democratico toscano!".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il riferimento Colletti, non nuovo alle critiche, è dritto al Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede (anch'egli fiorentino di adozione), al quale è stata attribuita del resto anche l'operazione che ha portato a Palazzo Chigi Giuseppe Conte (del quale Bonafede è stato assistente all'università). Al Csm, oltre ad Ermini e Donati, sono stati eletti Alberto Maria Benedetti e Fulvio Gigliotti in quota 5 Stelle, Stefano Cavanna ed Emanuele Basile per la Lega, Alessio Lanzi e Michele Cerabona su richiesta di Forza Italia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caldo torrido su Firenze: tre giorni di allerta meteo

  • Incendio in fabbrica a Mantignano: colonna di fumo sulla città / FOTO

  • I turisti non tornano, i residenti se ne vanno: Firenze è sempre più vuota

  • Coronavirus: 217 in quarantena per l'ultimo focolaio

  • Coronavirus: impennata di nuovi casi, cluster di giovani

  • Caffè Rivoire, nuovo proprietario: "Ne farò un brand internazionale da esportare nei luxury mall"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento