rotate-mobile
Politica Empoli

Un corso per “stanare” i simboli fascisti. E la destra va su tutte le furie

L'iniziativa di un circolo di Rifondazione comunista provoca le reazioni di Fdi e Lega, con Ceccardi che parla di “linguaggio terroristico”

Nel fine settimana che ha visto la Cgil in piazza a Roma per dire “no a tutti i fascismi” e chiedere lo scioglimento di Forza Nuova, ad un anno dalla devastazione della sede nazionale, scoppia una polemica per un'iniziativa del circolo di Rifondazione Comunista 'Lido Bagnoli', ad Empoli: un “corso di formazione” su “I simboli del fascismo e dell'estrema destra”, come recita la locandina diffusa sui social.

“Conoscerli per stanarli!”, si legge in caratteri più grandi, sotto a tre simboli: pugno chiuso, falce e martello, un libro aperto. E proprio quel “conoscerli per stanarli” a destra ha scatenato un vespaio.

Su Facebook l'europarlamentare della Lega Susanna Ceccardi parla di “linguaggio terroristico come negli anni '70”. Per poi aggiungere: “Rifondazione comunista organizza un corso per 'stanare i fascisti'. Questi vivono fuori dal mondo. Non sarebbe meglio pensare alle priorità degli italiani?”.

Sempre su Facebook, reagisce anche il capogruppo di Fratelli d'Italia in consiglio comunale ad Empoli, Andrea Poggianti. “Consiglio loro di dedicare l'immenso tempo libero per fare i conti con la storia, anziché avventurarsi in un’inutile caccia alle streghe per 'stanare fascisti'”, scrive l'esponente del partito della Meloni.

“Un caso montato sul nulla. Lo 'stanarli' si riferisce, si legge sulla locandina, ai simboli del fascismo e dell'estrema destra. Non alle persone”, replica Leonardo Masi, consigliere comunale ad Empoli, iscritto a Rc da oltre un decennio e tesoriere del circolo 'incriminato'.

“Polemica assurda. Dimostra che sono loro ad avere troppo tempo libero. E poi, perché a parlare di fascismo si sentono sempre tirati in causa?”, la frecciata di Masi.

“Corsi simili - prosegue l'esponente comunista -, ne abbiamo fatti e ne faremo, è una richiesta degli iscritti più giovani. Vogliono capire dove si nascondono, con quali nomi e quali simboli, i movimenti neofascisti. Vogliamo riconoscerli, 'stanare' quei simboli appunto. E ricordo che i gruppi che si ispirano al fascismo andrebbero, lo prescrive la nostra Costituzione antifascista, sciolti”.

Insomma, per Rifondazione "un buco nell'acqua". Per la cronaca il corso, in partenza domani sera, prevede cinque lezioni: simboli dell'estrema destra, arditi del popolo, brigate internazionali, Gap (i 'Gruppi di azione patriottica' promossi dal Pci dopo l'8 settembre '43) e un focus sul sociologo tedesco Ulrich Beck.

Botte da orbi tra Pd e Italia Viva

FOTO - 'Stanare' i simboli fascisti, e la destra si infuria

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un corso per “stanare” i simboli fascisti. E la destra va su tutte le furie

FirenzeToday è in caricamento