Venerdì, 14 Maggio 2021
Politica

Conte torna in cattedra all'Università. Ma studia da leader 5 Stelle

Per l'ex premier lezione online di diritto privato il 19 aprile. La rete sceglierà sulla sua leadership, poi dovrà tornare in aspettativa

Il Professor Giuseppe Conte torna in cattedra all'Università di Firenze. In attesa dell'incoronazione a capo del Movimento 5 Stelle, l'ex premier terrà una lezione lunedì 19 aprile nell'ambito del corso di diritto privato del collega Vincenzo Putortì. "Introduzione al contratto: autonomia privata e regolazione del mercato", il titolo dell'intervento di Conte. Lo scrive il quotidiano La Nazione.

Conte torna dunque in Aula dopo la "lectio magistralis" del 26 febbraio scorso dedicata al tema "'Tutela della salute e salvaguardia della economia: lezioni dalla pandemia'. Ma stavolta niente temi "spinosi" della politica, come quelli che affrontò in quell'occasione e suscitando anche qualche polemica, pochi giorni dopo aver lasciato Palazzo Chigi ed essere sostituito da Mario Draghi. Conte, in aspettativa fino a quel momento, è quindi rientrato all'Ateneo fiorentino ma senza riprendere un insegnamento.

Tornerà in politica e non potrà più insegnare

Nei giorni scorsi Giuseppe Conte ha sciolto le riserve dicendo sì all'ipotesi di svolgere il ruolo di leader del Movimento 5 Stelle. Incontrando i parlamentari grillini nei giorni scorsi ha comunicato l'accettazione della proposta, precisando però che la sua leadership deve passare da un'investitura popolare. Voto online dunque, ma non su Rousseau visto che Davide Casaleggio, proprietario della piattaforma, è in rotta con Beppe Grillo.

“Mi metto in gioco – ha detto l’ex premier a deputati e senatori grillini - perché ho fiducia in voi. Se così non fosse avrei fatto la riserva della Repubblica, mi sarei rituffato nella professione forense o sarei tornato all’università. Invece la fiducia c’è ed è fondamentale: io vado avanti”. "Dobbiamo avviare il processo di votazione perché ci saranno elezioni a breve e dobbiamo farci trovare pronti”, ha aggiunto. D’altra parte, “io – ha sottolineato - non posso pensare di partecipare a questo progetto se non con un’ampia condivisione".

Come ha sottolineato il Rettore dell'Università di Firenze Luigi Dei, ricorda La Nazione, appena Conte sarà nominato leader di partito dovrà tornare in aspettativa "automatica" come tutti coloro che ricoprono incarichi di "segretario o presidente di un partito che ha rappresentanti in Parlamento" come previsto dalla legge, la numero 382 del 1980.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conte torna in cattedra all'Università. Ma studia da leader 5 Stelle

FirenzeToday è in caricamento