rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Politica

Case popolari alle famiglie vittime della crisi: accordo tra Comune e Menarini

Grazie all'impegno del Gruppo farmaceutico dieci alloggi del Comune saranno recuperati e potranno essere assegnati a famiglie che hanno perduto la propria abitazione. Renzi torna sulla questione delle caserme dismesse

Dieci case popolari alle famiglie travolte dalla crisi economica. E’ il progetto presentato ieri dal Comune di Firenze che, grazie al sostegno della Menarini, potrà portare a termine questo piano di edilizia popolare. Grazie all’impegno del Gruppo farmaceutico, dieci alloggi di proprietà del Comune saranno completamente recuperati e potranno essere assegnati a famiglie che hanno perduto la propria abitazione non essendo più in grado di pagare l’affitto a causa delle difficoltà economiche sopravvenute principalmente per la perdita del lavoro. In attesa di definire i dettagli dell’operazione, l’accordo tra l’azienda e il Comune è stato presentato ieri dal sindaco di Firenze, Matteo Renzi, dal  vicesindaco e assessore alle politiche sociali e abitative Stefania Saccardi e da Lucia Aleotti presidente del Gruppo farmaceutico Menarini.

“Oggi per noi è un giorno molto importante - ha detto il sindaco Renzi -: grazie al contributo della Menarini 10 alloggi di edilizia residenziale pubblica saranno ristrutturati e consegnati ad altrettante famiglie che provengono dalla graduatoria generale Erp (Edilizia Residenziale Pubblica)  e dalla graduatoria sociale. Tra di loro ci sono una giovane coppia di precari, una giovane madre licenziata col suo bambino e altre madri sole con un figlio, una famiglia sfrattata per morosità a seguito della chiusura della propria attività, una coppia in cui il marito ha perduto il lavoro a causa di un infortunio e un ex imprenditore adattatosi a vivere in un camper. A queste persone cerchiamo di restituire non solo 40 metri quadri dove abitare, ma anche la speranza”.

CASERME - Nel suo intervento, poi, il sindaco si è appellato all’esecutivo Letta. ''Torniamo a rivolgere un appello al governo perchè liberi le caserme: a Firenze ci sono 2500 famiglie in lista d'attesa per una casa, consegneremo 200 alloggi nei prossimi mesi ma non bastano - ha detto il sindaco - Basterebbe un solo casermone abbandonato per rimettere a posto tutta la situazione dell'emergenza abitativa a Firenze. Per esempio, la ex caserma dei Lupi di Toscana, che oggi e' vuota''. Ma, ha poi sottolineato Renzi, ''quello che fa arrabbiare e' che non c'e' nemmeno la volonta' di mettersi a un tavolo: questa benedetta storia delle caserme va avanti da troppo tempo. Dunque il mio appello e' di nuovo ad andare nella giusta direzione, a sciogliere questo nodo, e dico che la mia disponibilita' al ministro della Difesa Mauro e il sottosegretario Alfano che si occupano di queste vicende e' totale. Si vinca la burocrazia e si dia finalmente una risposta al dolore''.

I dieci alloggi di circa 45 metri quadrati, per essere consegnati alle famiglie, necessitano tutti di considerevoli interventi per quanto riguarda opere edili ed impiantistica. I lavori inizieranno a settembre e dovrebbero concludersi entro l’anno. 

Anche il  vicesindaco Saccardi ha ricordato la prossima consegna dei 200 alloggi ERP nuovi (tra cui quelli di via del Bronzino e di via del Pesciolino) sottolineando come si tratti “di un’importante segnale dell’attenzione di questa Amministrazione sul fronte della casa. Un’attenzione che non è mai venuta meno nonostante le crescenti difficoltà dal punto di vista delle risorse, sempre più ridotte o addirittura inesistenti, e a fronte di una domanda sempre crescente. Il problema abitativo è la vera emergenza di  questo momento come testimoniano i numeri dell’ultima graduatoria Erp (2.500 le famiglie in attesa di un alloggio pubblico) e quelli degli sfratti esecutivi. Abbiamo chiesto a Menarini, con la quale collaboriamo da tempo su progetti riguardanti ragazzi disabili  per i quali ha ricevuto il Fiorino solidale, di darci una mano anche su questa emergenza. E ringrazio  Lucia Aleotti e i suoi collaboratori per aver prontamente e con grande sensibilità risposto alla nostra richiesta”.

 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case popolari alle famiglie vittime della crisi: accordo tra Comune e Menarini

FirenzeToday è in caricamento