rotate-mobile
Politica Barberino Tavarnelle

Barberino Val d'Elsa: la Guardia di Finanza indaga sul Comune

La settimana scorsa le fiamme gialle hanno richiesto la documentazione relativa ai rapporti tra ufficio tecnico ed un architetto in merito ad un incarico per la ristrutturazione dell'attuale biblioteca

La scorsa settimana la Guardia di Finanza ha chiesto all’Amministrazione Comunale notizie e documenti relativi ai rapporti intercorsi negli ultimi anni tra l’Ufficio Tecnico e l’architetto A. B., già dipendente del Comune di Barberino Val d’Elsa, attualmente in servizio presso il Comune di Poggibonsi. Contemporaneamente è stato effettuato un accesso presso gli uffici comunali.
 
Nel 2006 all’architetto Bartoli fu conferito dal Comune un incarico professionale, regolarmente svolto, per la ristrutturazione dell’edificio che ha accolto la nuova biblioteca.
 
“Siamo completamente tranquilli. L’assegnazione dell’incarico per la redazione del progetto di ristrutturazione alla «Casa della Cultura» è stata regolare. L’Ufficio ha rispettato le norme vigenti e non vi furono osservazioni o rilievi sulla procedura da parte dell’allora Segretario Comunale. L’incarico rispondeva a criteri di opportunità e convenienza per il nostro Comune. Confermo che siamo sereni sulla correttezza del nostro operato e abbiamo piena fiducia nell’esito degli accertamenti della Guardia di Finanza”. È il commento del sindaco di Barberino Val d’Elsa, Maurizio Semplici sui controlli da parte delle Fiamme Gialle.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barberino Val d'Elsa: la Guardia di Finanza indaga sul Comune

FirenzeToday è in caricamento