Domenica, 14 Luglio 2024
Spending review

L’allarme delle Province: “A rischio i fondi per edilizia scolastica, rifiuti e tutela delle risorse idriche”

Il presidente dell’Upi Toscana: “Dal governo ancora tagli, dovremo trovare 100 milioni nei bilanci”

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

“Coi tagli richiesti dal governo, in Toscana sono a rischio fondi per servizi essenziali come edilizia scolastica, rifiuti e tutela delle risorse idriche. Dopo averci dato il Pnrr e soprattutto le sue scadenze serrate e gli anticipi di cassa che stiamo cercando di erogare per dare ossigeno alle imprese che hanno lavorato, da Roma ora dovrebbero spiegarci come tenere in piedi i bilanci con questi ulteriori milioni di tagli”.  A dirlo è il presidente dell’Upi Toscana Gianni Lorenzetti, commentando i dati della spending review per gli anni 2024-2028. 

“Questo governo, solo a parole amico dei territori - prosegue Lorenzetti - non trova di meglio da fare che aggiungere altri 100 milioni di spending review che si traducono in 4,8 milioni di euro da trovare nei risicati bilanci. E lo stesso problema, gigantesco, è presente anche nei nostri Comuni". 

"Il meccanismo di riparto di questi tagli era stato stoppato prima delle elezioni per l'evidente criticità di penalizzare chi più era impegnato sul Pnrr - commenta Ruben Cheli, direttore di Upi Toscana, in contatto con le ragionerie degli enti provinciali -. Inoltre, varianti e spostamenti di studenti e personale scolastico per i lavori in corso nei 97 interventi sulle scuole superiori in Toscana comporta spese aggiuntive che superano i 25 milioni di euro. Questo stop ha migliorato la situazione di partenza, ma non ha risolto i problemi. Ora ci saranno le salvaguardie di bilancio e non sappiamo ancora se tutti i conti chiuderanno con un equilibrio”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’allarme delle Province: “A rischio i fondi per edilizia scolastica, rifiuti e tutela delle risorse idriche”
FirenzeToday è in caricamento