rotate-mobile
Politica

Aggressione davanti alla scuola, il sindaco Nardella: "Squadrismo inaccettabile, individuare i responsabili"

Emiliano Fossi (PD): ""Spedizione punitiva di militanti di estrema destra ai danni di studenti del collettivo Sum". Fratoianni (SI): "Isolare i neofascisti"

"Un'aggressione squadrista di questa gravità e davanti ad una scuola è un fatto intollerabile. Ho parlato il questore perché venga fatta chiarezza al più presto e vengano individuati i responsabili. Firenze e la scuola non meritano violenze del genere".

Lo scrive su Twitter il sindaco di Firenze, Dario Nardella, su quanto accaduto questa mattina davanti al liceo Michelangiolo, dove due studenti maggiorenni sono stati picchiati da un gruppo di persone esterne alla scuola, al momento ignote.

Aggressione davanti alla scuola: studenti presi a pugni e calci

“Un’aggressione inaccettabile, una preoccupante recrudescenza squadrista: presenterò un’interrogazione al ministro dell’Interno Piantedosi” ricara la dose il deputato e candidato alla segreteria regionale del Partito Democratico, Emiliano Fossi, che parla apertamente di "spedizione punitiva, davanti al liceo classico Michelangiolo di Firenze, da parte di militanti dell’estrema destra ai danni di studenti del collettivo Sum".

“Chiediamo indagini veloci e pene durissime - dice Fossi - perché questi picchiatori devono essere isolati e puniti. Non possiamo chiudere gli occhi davanti ad adulti che prendono a calci e pugni studenti. Pensavamo che certi fatti appartenessero al passato di questo Paese, invece ci ritroviamo ancora a fare i conti con un’estrema destra aggressiva”.

Sulla stessa linea d'onda il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni, parlamentare dell'Alleanza Verdi Sinistra. "Che degli studenti subiscano un'aggressione violenta davanti ad un liceo da un gruppetto di fascisti non è accettabile nel nostro Paese. Ai ragazzi colpiti la nostra solidarietà. Quello che avvenuto stamani a Firenze al liceo Michelangiolo è gravissimo e non può essere derubricato a rissa" afferma Fratoianni.

frame4

"Una vera e propria spedizione punitiva - prosegue il leader di SI - verso degli studenti del collettivo di quella scuola: ora gli squadristi siano assicurati alla giustizia, sia individuato il gruppo organizzato di cui fanno parte ed eventuali agganci politici. Alla politica e alle istituzioni, di Firenze e non solo, spetta il compito di respingere ed isolare i tentativi sempre più diffusi di riorganizzazione dell'area neofascista, che pensa di essere impunita".

"Le organizzazioni neofasciste, lo ribadisco ancora una volta, devono essere sciolte, e le sedi da cui partono le spedizioni punitive devono essere chiuse. Su questa vicenda - conclude Fratoianni - presenteremo subito  un'interrogazione al ministro dell'interno".

Sinistra Progetto Comune: "Serve risposta immediata"

"L'aggressione di un gruppo studentesco da parte di militanti di estrema destra, davanti a un istituto scolastico, richiede la massima attenzione e un'immediata risposta da parte del sistema politico e istituzionale. L'antifascismo militante non ha mai 
dimenticato il pericolo di culture politiche nostalgiche verso il fascismo, mentre spesso le cerimonie dimenticano i problemi 
dell'attualità, nonostante gli sforzi dell'Anpi, troppo spesso attaccata e delegittimata. Ricordiamo che ci sono sedi aperte di formazioni che sono state condannate da Palazzo Vecchio e dal Governo, che ci sono celebrazioni per i franchi tiratori a Trespiano ogni anno: occorre dare risposte chiare". Lo dichiarano, in una nota congiunta, i consiglieri comunali Dmitrij Palagi e Antonella Bundu di Sinistra Progetto Comune.

Movimento 5 Stelle: "Fatto inquietante"

"Degli uomini, non sappiamo se appartenenti a gruppi di estrema destra, hanno malmenato inermi ragazzini davanti alla scuola. Il fatto gravissimo mina la libertà e la sicurezza di tutti noi, se già una cosa del genere avviene davanti ad una scuola, ai danni di inermi studenti minorenni. Ci auguriamo che gli organi preposti alla sicurezza possano rapidamente individuare i responsabili e consegnarli alla giustizia affinché un tale episodio non avvenga mai più". Così gli esponenti fiorentini del Movimento 5 Stelle Roberto De Blasi, Lorenzo Masi e Luigi Benassai.

Zan (Pd): "Governo condanni aggressione fascista a Firenze"

"A Firenze un'aggressione fascista in piena regola di adulti ai danni di studenti davanti a una scuola. Un fatto di gravità inaudita che il Governo deve condannare e chiarire. Le organizzazioni neofasciste devono essere sciolte: cos'altro deve succedere?". Così Alessandro Zan, deputato PD, su Twitter.

Bonafè (Pd): "Violenza a scuola fatto gravissimo, punire i responsabili"

"L'aggressione avvenuta oggi a Firenze fuori dal Liceo classico Michelangelo è un fatto gravissimo. È impensabile che le istituzioni scolastiche siano teatro di violenze e di assalti a sfondo politico, l'episodio non va assolutamente minimizzato. È necessario che i responsabili vengano individuati e puniti prima possibile. Presenterò sulla vicenda una interrogazione parlamentare al Ministro dell’interno ed al Ministro della scuola": è quanto dichiara Simona Bonafè, segretaria del Pd toscano e vice presidente dei Deputati Pd.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione davanti alla scuola, il sindaco Nardella: "Squadrismo inaccettabile, individuare i responsabili"

FirenzeToday è in caricamento