rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Politica

Abolizione delle Province: presentata alla Camera una proposta di riforma

Presentata una proposta di riforma costituzionale per il riordino delle Province. Abolite quelle sotto i 400mila abitanti e inferiori a 3500 chilometri quadrati

Presentata alla Camera una proposta di riforma costituzionale per il riordino delle Province italiane. Il DDL presentato dal relatore Donato Bruno (Pdl) vedrebbe il riassetto dell’organo intermedio tra Regioni e Comuni basato su due parametri, uno impostato sul numero di abitanti l’altro sull’estensione territoriale. Sarebbero abolite le Province con meno di 400mila abitanti e un’estensione inferiore a 3500 chilometri quadrati. Con questi parametri in Italia scomparirebbero cinquantanove province. E in Toscana i requisiti “salverebbero” Firenze e Pisa per popolazione e Firenze, Siena e Grosseto per estensione territoriale.

Il testo lascia comunque alle Regioni il potere di stabilire i confini delle nuove province. E stabilisce che i consigli provinciali sono eletti dai consiglieri dei Comuni che compongono ciascuna provincia.

La proposta di modifica costituzionale presentata da Bruno (Pdl) in commissione Affari costituzionali è composta di soli due articoli e sostituirebbe l'articolo 133 della Costituzione. Il comitato ristretto della commissione ha avviato ieri l'esame del testo, che proseguirà nei prossimi giorni.

Il risultato potrebbe essere la soppressione, afferma il deputato dell'Udc Pierluigi Mantini, "di circa 59 province". Il testo prevede che "l'istituzione e la soppressione delle province nell'ambito di una regione e il mutamento delle loro circoscrizioni sono stabiliti con legge regionale, sentiti i comuni interessati, senza oneri per lo Stato. Non possono essere istituite province con popolazione inferiore a 400 mila abitanti e/o con territorio inferiore a 3.500 chilometri quadrati". "I consigli provinciali - stabilisce - sono eletti dai componenti dei consigli comunali dei Comuni del relativo territorio, secondo criteri stabiliti dalla legge dello Stato".

Il testo, come riportato da Met, dispone inoltre l'istituzione con legge regionale delle città metropolitane, che esercitano "le funzioni della provincia", "in territori con popolazione superiore a un milione di abitanti". La Regione ha anche il potere di istituire nuovi comuni e modificarne circoscrizioni e denominazioni. Infine, l'articolo 2 della proposta di legge prevede che le Regioni provvedano ad adeguare le proprie province secondo i criteri stabiliti dalla riforma, entro 6 mesi dalla sua entrata in vigore. Se la Regione non provvedesse, sarebbe lo Stato a intervenire.
 

Provincia Popolazione(residenti) Superficie kmq
Firenze 998.098 3.514,38
Pisa 417.782 2.445,82
Lucca 393.795 1.772,81
Arezzo 349.651 3.235,88
Livorno 342.955 1.212,43
Pistoia 293.061 964,98
Siena 272.638 3.821,22
Prato 249.775 365,26
Grosseto 228.157 4.504,29
Massa-Carrara 203.901 1.156,44
    dati Istat al 1/1/2011

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abolizione delle Province: presentata alla Camera una proposta di riforma

FirenzeToday è in caricamento