Domenica, 26 Settembre 2021
Partner

Un’estate in fattoria: un luogo benefico per corpo e mente, ma anche educativo

Trascorrere qualche ora o una notte in una fattoria è un’esperienza irripetibile

“Felicità, non sei in città. Viva la campagna. Viva la campagna…”. Recitava così una vecchia canzone di Nino Ferrer diventata cult nel corso degli anni. Ai tempi, malgrado Celentano fosse già in voga con “Il ragazzo della via Gluck”, la canzone non venne presa in considerazione per il suo messaggio: la città era il luogo del benessere, della produttività e del lusso. Perché dunque tornare in campagna?

A distanza di tantissimi anni, le convinzioni iniziano lievemente a smorzarsi. Probabilmente è ancora piccola la percentuale di cittadini che molla tutto e va a vivere in campagna, lontano dai rumori e dalla frenesia. Ma c’è sempre più consapevolezza dell’importanza del tempo libero della persona e si inizia a regalare un po’ di più di tempo a se stessi, al fisico e alla mente. E a godersi piene giornate (o anche weekend) nella natura.

fattoria-camilla-relax-TOSCANA-2

La fattoria, un luogo da riscoprire

Proprio in mezzo alla natura è possibile venire a contatto con le realtà accoglienti e familiari della fattoria. Uno spazio che ha tanto da insegnare da qualsiasi punto di vista e al tempo stesso occasione di miglioramento fisico e mentale. Oltre alla ventata di aria fresca che è possibile percepire, è possibile riscoprire anche un lato educativo sul rispetto dell’ambiente e degli animali che ci circondano.

Tra le realtà più interessanti del periodo spicca sicuramente la Fattoria Camilla, un b&b a conduzione familiare, situato in via Mura, a San Casciano in val di Pesa. Qui accoglienza e qualità sono due cardini indissolubili dell’attività: ogni ospite viene trattato in maniera esemplare, proprio come fosse di casa.

Le anime della fattoria

Questo luogo è abitato da due anime: Duccio, 21 anni, ragazzo che con la propria forza ha costruito tutte le migliorie presenti nella fattoria (che non saranno certamente le ultime) e Giulia, la mamma, 45 anni, colonna portante e indispensabile dell’attività, letteralmente fuggita dalla città dove svolgeva due lavori per inseguire il suo sogno e aprire questo luogo. Nella fattoria, dove vivono anche le sorelle, sono numerosissimi gli amici che aiutano e collaborano in maniera attiva, andando in questo modo a costituire una vera e propria famiglia, che cresce continuamente.

Ultima, ma non meno importante, la grande squadra di animali che circonda questo luogo: maialini, pony, polli, cani, capre, pecore, oche e uno splendido pavone.

Fattoria Camilla: cosa fare

Alla Fattoria Camilla è possibile soggiornare e avere in questo modo la possibilità di dormire per una o più notti. Ma anche godersi uno splendido aperitivo al tramonto, in un chiringuito creato ad hoc per rilassarsi e contemplare uno splendido paesaggio. Una piscina che ispira freschezza anche solo a guardarla, invita gli ospiti a tuffarsi in quel blu. E infine, si può mangiare a pranzo o a cena tutte le delizie di questa terra meravigliosa. La location viene utilizzata anche per feste private e per eventi educativi per i più piccoli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un’estate in fattoria: un luogo benefico per corpo e mente, ma anche educativo

FirenzeToday è in caricamento