Partner

Per chi ha passione per la cucina il mondo del lavoro ha le porte spalancate

Lavorare nell’ambito della ristorazione non è da tutti. Occorre avere passione e la giusta formazione. Ma in Italia mancano decine di migliaia di cuochi, pasticceri e pizzaioli

Se il settore della ristorazione lamentava già una carenza di personale qualificato, con l’esperienza del Covid-19 questa mancanza si è ulteriormente accentuata. Cucine, laboratori e pizzerie italiane hanno registrato un decremento di cuochi, chef e pizzaioli, anche e soprattutto a causa delle continue chiusure cui tutto il mondo è stato sottoposto nell’ultimo anno e mezzo. Oggi il settore è ripartito in modo eccellente e le premesse sono decisamente ottime la risorsa umana qualificata sta diventando il primo dei problemi dell’azienda ristorativa.

Inoltre, molto spesso è proprio il livello di formazione a mancare. Il livello raggiunto negli istituti alberghieri non è sempre sufficiente e non fornisce di tutte le informazioni di base. E non sempre il candidato che intende ricoprire un ruolo nella ristorazione ha studiato per questo.

Malgrado queste problematiche, la richiesta di personale rimane sempre alta. Ci sono migliaia di posizioni aperte molto spesso non ricoperte proprio a causa dei motivi sopra citati.

Un’Accademia Italiana per lavorare in cucina

Dove apprendere dunque i trucchi del mestiere per lavorare in cucine come chef, cuoco, pizzaiolo o pasticcere e far sì che questo settore riemerga come centrale per valutare il patrimonio culinario italiano nel mondo? Senza dubbio in una scuola di rilevante fama, volta a far riconoscere e approfondire tutte le nozioni di base necessarie per eccellere.

Stiamo parlando di un’Accademia, presente in alcune delle città più importanti d’Italia (Milano, Bologna, Roma, Genova, Lecce e da poco anche a Firenze), che si candida a costituirsi come il punto di riferimento essenziale per chi vuole intraprendere un percorso professionale nel mondo della ristorazione.

Si chiama Accademia Italiana Chef, realtà che nel corso della sua decennale esperienza, ha raccolto numerose collaborazioni esclusive e importanti riconoscimenti in ambito culinario. Oltre 4000 strutture convenzionate con l’Accademia tra ristoranti stellati Michelin, pasticcerie e pizzerie. A testimonianza della sua autorevolezza e credibilità nell’educazione culinaria.

diventare-chef-italia-2

Mission e programma dei corsi

Una mission chiara: fornire all’allievo il vero stile culinario (e quindi culturale) italiano da padroneggiare e far conoscere all’interno delle cucine di tutto il mondo. E dare in mano quindi all’allievo gli strumenti per trasformare una passione in una vera e certificata professione.  Per riuscire ad adempiere a questo ambizioso compito, l’Accademia si è dotata di una certificazione europea ISO 21001, specifica per Progettazione ed Erogazione di Corsi in Ambito culinario.

I corsi presentano un programma estremamente dettagliato, diviso in moduli e specifiche tecniche da apprendere.  C’è il corso di chef professionista, ma anche quello di pasticciere professionale, cuoco, pizzaiolo e maestro della pasta e primi piatti italiani. Ogni corso ha una durata diversa, come diversi sono i requisiti e gli orari.  Ma tutti presentano ore di teorie e pratica, il raggiungimento del certificato HACCP e un tirocinio curriculare prima di poter accedere all’esame di diploma.

diventare-chef-italia-accademia-firenze-2

I numeri parlano chiaro: i diplomati svolgono regolarmente la loro professione in almeno 28 paesi del mondo. Il tasso di occupati dopo il diploma presso l’Accademia Italiana Chef supera l’85%. Una statistica felice e figlia dell’incontro tra le reali necessità del mercato del lavoro e la preparazione degli allievi.

L’apertura a Firenze

L’Accademia ha aperto le porte anche a Firenze, più precisamente in via Antonio del Pollaiolo 172A . E non poteva essere altrimenti: qui, dove cultura e cucina hanno da sempre dimostrato di potersi fondere magicamente, è il luogo ideale per formarsi ed eccellere. La sede toscana si affianca alle numerose altre sedi, posizionate in luoghi strategici e importanti per la formazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per chi ha passione per la cucina il mondo del lavoro ha le porte spalancate

FirenzeToday è in caricamento