Marijuana legale: la nuova frontiera per l’occupazione giovanile in Italia

Sdoganato nel 2016, il mercato della cannabis light non conosce crisi: ora il delivery è anche a Firenze

Dal confronto dei dati relativi al mercato della cannabis light emerge che, in poco più di quattro anni di vita - solo nel 2016, infatti, la legge 242 ne ha regolamentato la commercializzazione in Italia - la vendita di marijuana legale ha conosciuto un vero e proprio boom: grow shop e smart shop sono spuntati come funghi, aziende agricole si sono riconvertite alla coltivazione di cannabis trovando in essa nuove opportunità anti-crisi e anche il neo presidente eletto degli Stati Uniti, Joe Biden, ha affermato di voler legalizzare la marijuana, dando un’impennata alle azioni dalle aziende di cannabis quotate in borsa.

Una crescita che coinvolge soprattutto le risorse più giovani della popolazione, quelle comprese tra i 25 e i 30 anni che, grazie a impegno e passione, sanno riconoscere un prodotto di qualità e combattono tutti i giorni per abbattere i preconcetti legati alla marijuana. Una vera e propria svolta, insomma, che è riuscita a ribaltare vecchi pregiudizi e sospetti di un’Italia da sempre poco al passo coi tempi. Purtroppo è sul versante politico italiano che il prodotto incontra, ancora oggi e nonostante la legge favorevole, le più accese resistenze. Eppure, si sta parlando di cannabis con contenuto di THC ben al di sotto del limite imposto dalla legge del 2016, quindi legale e totalmente priva di effetti droganti. 

Cannabis light: il futuro è nei giovani imprenditori e nel delivery

La conferma di queste tendenze arriva da Simone Santirocco, fondatore e titolare di JoinToYou, azienda presente nel settore sin dall’inizio, che ci spiega come approcciare un settore tanto giovane e diventarne leader in soli quattro anni:

“Il mercato della cannabis legale rappresenta un’ottima opportunità per l’occupazione giovanile. Io e i miei collaboratori non abbiamo più di 30 anni, la canapa è una grande passione e svolgiamo il nostro lavoro tutti i giorni con impegno e costanza. Comunichiamo in maniera chiara e moderna, lanciando spesso novità e mantenendo un sistema di consegna sempre eccellente, unito a una customer service impeccabile.”

La lungimiranza nell’approcciarsi a un tema così delicato ma con tante prospettive di crescita e il grande boom del delivery riscontrato negli ultimi mesi di emergenza sanitaria, appaiono, dunque, al momento i segreti del successo di JoinToYou in un settore che, negli ultimi quattro anni, è già cambiato parecchio, diventando da subito molto concorrenziale. Oggi, però, sono i clienti con i loro gusti a dettare legge, come spiega ancora il fondatore e titolare di JoinToYou:

“Il mercato è diventato sempre più esigente e chi non riesce a rispettare determinati criteri di qualità rischia di rimaner,e tagliato fuori. Inoltre la richiesta di prodotti derivati, come Olio CBD, Cristallo ed estratti, è molto aumentata rispetto all’inizio. Ma la forza del settore sarà proprio determinata dal fatto di essere in tanti e di essere un mercato che genera ricchezza.”

marijuana-legale-shop-2

JoinToYou: una formula di successo che conquista anche Firenze

E non rischia certo di essere tagliata fuori JoinToYou che, partita con il primo negozio di Bologna, si è poi allargata, grazie al delivery, in altre città come Torino, Modena e Carpi. La formula che ne ha decretato il successo viene quindi ora riproposta anche a Firenze con l’apertura del nuovo servizio di consegna a domicilio in città e in alcuni comuni vicini (Sesto Fiorentino, Fiesole, Bagno a Ripoli, Scandicci, San Giovanni, Settignano, San Donnino e Osmannoro).

“Sarà possibile ordinare senza difficoltà sulla piattaforma online o direttamente su Whatsapp al 3484604363 e selezionare i prodotti desiderati scegliendo tra una vasta gamma di Cannabis Light, Hashish light, Olio CBD ed estratti, oppure cosmetica alla canapa e tanti accessori a tema”. 

I prezzi, così come nelle altre città, rimarranno molto concorrenziali: si parte da 5 € al grammo e il costo della consegna è di soli 2 € se si ordina almeno 20 € di merce (25 € nel caso la consegna avvenga nell’hinterland di Firenze). Anche il pagamento risulta molto facile, potendo saldare direttamente online con carta di credito oppure alla consegna in contanti. La consegna è rapida ed efficiente: tra le h.18.00 e le h.23.00, in meno di 45 minuti, i fattorini di JoinToYou consegneranno la merce a chi ordina da Firenze e dai comuni limitrofi. Nel pieno rispetto delle misure preventive anti-Covid, i fattorini saranno forniti di tutti i DPI (dispositivi di protezione individuale) previsti dalla legge e potranno, a richiesta, organizzare una consegna “contactless” che non prevede il contatto diretto con il cliente, mentre nel rispetto della privacy del cliente, essi saranno privi di divise o loghi riconoscibili. 

Insomma, come conferma Simone Santirocco, “l’idea innovativa di consegnare il prodotto direttamente a casa del cliente alla fine ha pagato e, soprattutto, ci ha distinto dai tantissimi CBD shop nati negli ultimi anni. È stata una scelta azzeccata che ha ulteriormente avvicinato le persone a questo prodotto.”

Quali prospettive per la legalizzazione della cannabis in Italia?

Un futuro tutto in discesa, dunque, per JoinToYou e per tutti gli appassionati di questo mondo dall’aroma inconfondibile. L’azienda, dopo il potenziamento del servizio di spedizione in tutta Italia in 24/48 ore, promette per il 2021 nuove aperture di delivery in tante altre città italiane e l’installazione di nuovi distributori automatici, che seguiranno quello già attivato nel centro di Bologna.

JoinToYou è la dimostrazione che quella della legalizzazione della cannabis è una battaglia che si può vincere. È vero, la strada è ancora lunga, perché va cambiata la mentalità delle persone e soprattutto della politica, la cui ipocrisia, come ci rassicura ancora Santirocco, “è stata vinta dalla popolazione: ormai in tanti si rivolgono al nostro mercato trovando benefici nei nostri prodotti e con la consapevolezza, allo stesso tempo, di sottrarre introiti alla criminalità organizzata, generando al contempo gettito fiscale per il Paese.

Il fondatore di JoinToYou apre quindi all’ottimismo e alla speranza:

“Ci sono già molte associazioni e realtà pro-legalizzazione nel Paese, supportate anche da testimonial d’eccezione, a riprova che le cose stanno veramente cambiando. JoinToYou ne sostiene alcune, come Meglio Legale, e ha sottoscritto il Manifesto Collettivo per la Cannabis Libera.” 

E allora, se è vero che la lunga marcia è fatta di piccoli passi, JoinToYou ce la sta mettendo tutta per accorciare i tempi con passi da gigante.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • In arrivo il "pass vaccinale" per viaggiare: cosa bisognerà fare per ottenerlo

  • Aerei: caccia in volo sopra Firenze / VIDEO

  • Coronavirus: la Toscana verso la zona gialla

  • Coronavirus: Toscana arancione, un'altra settimana

  • Covid: Toscana verso la zona gialla. Chi riapre e cosa si potrà fare

  • Ristoratori e TNI bloccano di nuovo l'autostrada: tavolo per due in A1

Torna su
FirenzeToday è in caricamento