Quanto costa ricaricare un'auto elettrica?

Le informazioni per una corretta ricarica e sui costi del pieno

In linea generale il costo di un pieno di una auto elettrica varia in funzione delle modalità di ricarica (ad esempio, presso la propria abitazione o in area di sosta pubblica - casi rispetto ai quali è prevista l’applicazione di tariffe diverse), e dalla capacità della batteria.

Possiamo stimare che ricaricare a casa una macchina di media cilindrata per avere una autonomia di 100 km, costi circa 4€. L’equivalente costo per far percorrere 100km ad una macchina a benzina è di circa 12,5€*.

Esistono inoltre dei fornitori di servizi di ricarica che oltre ad offrire tariffe a consumo per la singola ricarica, offrono dei piani tariffari “Flat” per la ricarica su suolo pubblico consentendo ai clienti di risparmiare sui prezzi della ricarica.

Le colonnine di ricarica a Firenze

Guida alla ricarica dei veicoli elettrici

Sul sito di Enel è spiegato come si ricarica nel modo corretto un'auto elettrica.

È possibile ricaricare l’auto elettrica a casa, in ufficio (se sono presenti le stazioni di ricarica) o presso stazioni di ricarica aperte al pubblico.

Ricarica a casa o in ambienti privati: Se vuoi avere la tranquillità di avere una stazione di ricarica sempre disponibile, puoi scegliere di installare una stazione di ricarica a casa, nel tuo condominio o nel parcheggio del tuo ufficio. L’installazione viene effettuata da un team di consulenti e tecnici che ti guideranno nella scelta della stazione domestica più adatta alle tue esigenze fino all’installazione della stessa. Solitamente è previsto anche il servizio di assistenza tecnica della stazione di ricarica

Ricarica su suolo pubblico: quando invece sei in giro potrai fare affidamento sulle stazioni di ricarica aperte al pubblico, installate su suolo pubblico o su suolo privato ad uso pubblico (presso hotel, centri commerciali, etc). Sarà sufficiente utilizzare una card/tessera o una app messe a disposizione da uno degli operatori che offrono servizi di ricarica per accedere alle stazioni di ricarica proprio come quando scegli l’operatore telefonico per il tuo smartphone.

Ogni auto elettrica ha delle caratteristiche specifiche da rispettare

Per ricaricare un'auto elettrica non esiste un tempo standard: si può impiegare fino a 30 minuti o fino a 12 ore a seconda dei kWh della batteria del veicolo, della potenza del punto di ricarica e del caricatore dell’auto. Sui tempi di ricarica incidono anche la temperatura dell’ambiente esterno e lo stato della batteria. A secondo del modello può poi accadere che i veicoli elettrici, per mantenere una corretta temperatura della batteria, effettuino la ricarica con potenza e velocità decrescenti una volta superato l’80% di carica. Questo dipende da una funzione del sistema di gestione del veicolo elettrico che serve ad assicurare il mantenimento dello stato di efficienza della batteria.

Ti consigliamo quindi sempre di:

verificare lo standard di ricarica del tuo veicolo elettrico, cioè a quanti kW può ricaricare in Corrente Alternata (AC) e a quanti kW può ricaricare in Corrente Continua (DC);

valutare i kWh che ti servono per fare il pieno o per raggiungere la tua destinazione in base alla distanza, allo stile di guida e alla tipologia delle strade che percorrerai;

organizzare le tue attività giornaliere anche in base al tempo di ricarica.

Come utilizzare punti di ricarica e aree di sosta

  • Occupa la colonnina solo per il tempo necessario alla ricarica e verifica sempre eventuali indicazioni presenti sul luogo;
  • se non puoi ricaricare perché la colonnina è occupata da un'auto non elettrica o da una auto non in carica, puoi rivolgerti alle autorità competenti o al titolare del sito che ospita la colonnina pubblica. Se, nonostante la presenza del veicolo che occupa la piazzola, ti è comunque possibile ricaricare, potresti lasciare una nota per il proprietario dell’auto parcheggiata in modo improprio: così puoi aiutarlo a non ripetere lo stesso comportamento in futuro.

Il kit per ricaricare da una colonnina pubblica

Metodi di pagamento App o Card: scarica JuicePass, crea il tuo profilo e associa un metodo di pagamento. Se preferisci ricaricare anche tramite Card, puoi acquistarla direttamente nella sezione dell’App “Altro” – “Enel X Store”;

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cavo: indipendentemente dall'auto che guidi, il cavo con la presa di tipo 2 – mennekes – da inserire nella colonnina è l'attrezzatura più importante di cui avrai bisogno. Nella maggioranza dei casi è fornito insieme al veicolo elettrico. L’estremità del cavo da inserire nell'auto dipende dallo standard dell’auto. Nei punti di ricarica Fast il cavo è direttamente presente nella colonnina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Ministero e Iss: "Toscana a rischio lockdown, è nello scenario 3". Ipotesi chiusure scuole e tutte attività sociali, culturali e sportive

  • Coronavirus, verso un nuovo Dpcm: ipotesi 'coprifuoco' alle 22 ovunque

  • Coronavirus: nuovo Dpcm nelle prossime ore. Verso la chiusura di palestre e centri estetici, confermato il "coprifuoco"

  • Coronavirus, impennata di nuovi casi: 755 in Toscana 263 a Firenze  

  • Coronavirus, Careggi torna al lockdown: stop alle visite dei parenti

  • Coronavirus: in Toscana altro balzo in avanti, 906 nuovi casi. Cinque decessi, tutti a Firenze

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento